Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

A ciascuno il suo

2 min read
di Roberto Lombardi
di Roberto Lombardi

TrisCuori

Papa Francesco
Concludendo la sua udienza ai giornalisti in Vaticano, Papa Francesco benedice l’uditorio, ma lo fa in silenzio, nel suo cuore, perché «dato che molti di voi non appartengono alla Chiesa cattolica e altri non sono credenti», intende rispettare ognuno, nella consapevolezza che ciascuno è figlio di Dio. Parole che profondamente scuotono, e commuovono. Di fronte a una tale capacità e volontà di dialogo, l’ascolto diventa necessario, e, così, fonte di intesa. Parole, quelle di Papa Francesco, che mettono l’uomo di fronte all’uomo, chiunque esso sia, o pensi o creda di essere.

PDL
Dal partito di Berlusconi parte un messaggio comune e forte, ribadito da tutti i rappresentanti del Cavaliere: «Non ci interessano le poltrone». Sai che novità! Epperò il Presidente della Repubblica deve essere uomo moderato, ci fa sapere Berlusconi (come se Napolitano fosse stato un estremista). Di fronte alla richiesta di cambiamento, ampiamente e chiaramente espressa dal popolo italiano, il PD, pur vacillando, è almeno capace di tendere l’orecchio, e candida alla presidenza di Camera e Senato, due nomi sui quali è difficile obiettare, a meno di aprioristiche e automatiche reazioni preconfezionate. Cosa fa invece il PDL? Ricandida Schifani. Il peggiore sordo è chi non vuole neppure vedere.

NEW NEPOTISMI
Rob Portman, senatore USA repubblicano, era assolutamente contrario ai matrimoni fra persone dello stesso sesso – da quell’orecchio, non ci sentiva proprio –, finché non ha scoperto che suo figlio è gay, e aspira a una unione regolare con un altro uomo. Meglio tardi che mai, si dirà, ma non si può non cedere anche alla sensazione, che si va facendo certezza, che i politici ascoltino il popolo che li ha eletti, solo quando questi sono i loro figli, nipoti, e familiari: avere orecchie solo per la luce dei nostri occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *