A fianco di Goletta verde di Legambiente. Per la difesa del mare

A fianco di Goletta verde di Legambiente. Per la difesa del mare
di Ernesto Scelza
Ernesto Scelza
Ernesto Scelza

Una bandiera nera è stata consegnata da ‘Goletta verde’ di Legambiente e dalle associazioni riunite nel Comitato ‘Rinascimare’ alla Provincia di Salerno. A riceverla: nessuno. Non il ‘Presidentemaieletto’ Antonio Iannone, non l’Assessore all’Ambiente: nessuno. Il poco lusinghiero riconoscimento è stato meritato per gli interventi previsti nel ‘Grande Progetto’ -manco a dirlo- di ‘Interventi di difesa e ripascimento del litorale del Golfo di Salerno’. 70milioni di fondi europei che rischiano di compromettere 30 chilometri di costa, da Paestum a Agropoli, già vulnerati dall’incuria e dalla mancata depurazione degli scarichi. Il ‘Grande Progetto’, da sempre contestato dagli ambientalisti, è stato approvato dalla Regione ‘amica’ del ‘cosiddettoGovernatore’ Stefano Caldoro. Per fermare l’arretramento degli arenili, prevede la costruzione di 45 pennelli, scogliere fino a 150 metri dalla riva e altri 19 pennelli chiusi da barriere parallele alla costa per 4 chilometri. L’efficacia dell’intervento è dubbia. L’impatto, deleterio. Lo spreco di denaro, certo. Insomma, prima di lasciare la Presidenza della Regione, il ‘cosiddettoGovernatore’ vuole fare un regalo milionario agli amici, e agli amici degli amici. Prima di scomparire, la Provincia di Salerno vuole lasciarci in eredità uno sfregio irrimediabile ad uno dei paesaggi più belli d’Italia. Ma non tutto è affarismo, corruzione e incompetenza nel nostro territorio. C’è anche chi sa difenderla e valorizzarla, la nostra ‘Grande Bellezza’. Nelle stesse ore, sempre ‘Goletta verde’ e il Touring Club hanno consegnato le ‘5 vele’ della Guida Blu ‘Il Mare più Bello’ a Stefano Pisani. Il sindaco di Pollica che ha raccolto l’eredità di Angelo Vassallo, il ‘sindaco pescatore’ ucciso dalla camorra per aver difeso il suo mare.

Ernesto Scelza

Ernesto Scelza, laureato in Filosofia e docente di Storia, è stato leader del Sessantotto e tra i fondatori del manifesto. È stato esponente della Nuova sinistra negli anni Settanta. Giornalista, è stato redattore del settimanale Dossier Sud diretto da Giò Marrazzo, videdirettore di SalernoseraRadio e SalernoseraTv, collegate a Network nazionali, ha collaborato con Michele Santoro a Raitre. Ha collaborato con Gazzetta di Salerno, diretta da Antonio Bottiglieri. Ha operato nel settore commercio con l’estero al Porto di Salerno, ha diretto il Centro Sociale di Salerno facendone un centro di attività culturali e di iniziative sociali. Eletto consigliere provinciale con il Pds e i Ds, ha retto la delega nel settore della cooperazione internazionale e dell’immigrazione. È stato presidente della Consulta provinciale degli immigrati e delle loro famiglie e responsabile dell’Ufficio Pace della Provincia. Portavoce nazionale di Assopace, membro della Presidenza del Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani e del direttivo nazionale della Tavola della Pace, tra gli organizzatori della Marcia per la pace Perugia-Assisi. Operatore culturale, ha promosso numerose manifestazioni di approfondimento e dibattito politico-culturale. Ha organizzato i Forum internazionali sull’Iraq, l’Afghanistan, il Libano e il Medio Oriente. Ha fatto parte di numerose missioni internazionali di pace in Palestina, Libano, Iraq e nell’Africa sub sahariana. Da anni è impegnato a diffondere tra le giovani generazioni i contenuti e i valori della Costituzione italiana e i fondamenti della storia repubblicana. Ha pubblicato e curato volumi di politica e storia contemporanea e di politica internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *