Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Selce & silicio » A Norcia un bando per addetto stampa. La paga? 5mila euro per due anni

A Norcia un bando per addetto stampa. La paga? 5mila euro per due anni

A Norcia un bando per addetto stampa. La paga? 5mila euro per due anni
di Barbara Ruggiero

Addetto stampa in un ente pubblico a poco più di 100 euro al mese. Non è uno scherzo. L’avviso pubblico, scaduto il primo agosto, è del Comune di Norcia, in provincia di Perugia.
Dopo le aste al ribasso, c’è chi offre un posto di “lavoro” con partita Iva a circa 150 euro al mese. E badate bene: per mantenere il “posto”, una volta selezionati, pur mantenendo intatta l’autonomia del lavoratore e l’assenza di vincoli di subordinazione, è probabile che dobbiate anche lavorare “in orario serale e festivo, in Italia e all’estero” – come precisato nell’avviso pubblico.
Il bando (che trovate on line sul sito del Comune di Norcia: http://www.comune.norcia.pg.it/wp-content/uploads/2015/11/Avviso-pubblico-per-il-conferimento-dellincarico-di-addetto-stampa.pdf) scende nei dettagli, precisando che il candidato deve essere un laureato in Scienze della Comunicazione, deve essere iscritto da almeno tre anni all’Albo dei giornalisti (pubblicista o professionista) ed essere in possesso di partita Iva.
L’oggetto dell’incarico, che sarà assegnato dopo procedura di valutazione comparativa, prevede gli standard del lavoro di un addetto stampa: la gestione dei rapporti con il mondo dell’informazione, la redazione e diffusione di comunicati stampa, l’organizzazione di conferenze stampa, redazione testi per il sito istituzionale, avvio di una web tv e comunicazione tramite social network.
Alla voce “durata dell’incarico e corrispettivo”, il bando precisa che “l’incarico decorrerà dalla sottoscrizione del relativo contratto e si concluderà il 31.12.2018”. Nell’ipotesi più assurda, ipotizzando un inizio per il mese di dicembre 2016, sono due anni di lavoro pagati con 5.000 euro lordi, comprensivi di ogni onere previsto per legge. Volendo essere proprio ottimisti, e ipotizzando la firma del contratto entro il prossimo mese di dicembre, il giornalista/comunicatore guadagnerebbe sui 200 euro lordi al mese. E, badate bene, il bando precisa che “nel compenso di intendono inclusi tutti gli oneri e le spese inerenti l’accesso con mezzo proprio o con mezzo pubblico di trasporto…”.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 727

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto