Home
Tu sei qui: Home » Territorio » Medicina, Ambiente, Salute » medicina_archivio » A Salerno ancora attesa per il futuro della facoltà di Medicina

A Salerno ancora attesa per il futuro della facoltà di Medicina

A Salerno ancora attesa per il futuro della facoltà di Medicina

Ancora una battuta d’arresto per la trasformazione dell’Azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona in Azienda Universitaria Integrata.
L’incontro previsto per questa mattina a Roma avrebbe dovuto sancire il passaggio dell’azienda ospedaliera ad azienda universitaria ma è stato rinviato al 19 dicembre per decisione del Ministero della Salute. Ne dà notizia il parlamentare del Pd Tino Iannuzzi (foto) che anche in passato aveva fatto pressing affinché venisse trovata una soluzione al problema.
Il rinvio – come fa sapere Iannuzzi in una nota per la stampa – pare sia stato determinato dalla richiesta del Ministero della Salute di approfondire e valutate in ogni aspetto la nuova documentazione trasmessa negli ultimi giorni dalla Regione Campania, proprio su sollecitazione dello stesso Ministero.
Il Ministero della Salute pare abbia ritenuto di rinviare di qualche giorno l’incontro in quanto non sarebbe stata ancora esaurita la fase istruttoria di sua competenza.
«I tempi e le condizioni sono oramai maturi per l’adozione del decreto – ha dichiarato l’onorevole Iannuzzi, commentando la notizia dello slittamento dell’incontro – dopo tanti rinvii e troppi ritardi la Regione finalmente ha trasmesso i documenti richiesti per il varo del decreto. È necessario ora che il Ministero della Salute, senza altri inammissibili ritardi, definisca ogni aspetto e consenta l’adozione del decreto. Va posta la parola fine a questo interminabile e assurdo balletto burocratico tra Ministero della Salute e della Regione: basta – ha concluso Iannuzzi – con questi carteggi tra Roma e Napoli che non hanno ancora risolto l’intera vicenda».
È opportuno ricordare che per la mattinata di oggi era previsto un incontro convocato a Roma dal ministro dell’Università Profumo, d’intesa con il ministro della Salute Baldussi e con la partecipazione del presidente della Regione Campania Caldoro e del Rettore dell’Università di Salerno Pasquino. Il tavolo tecnico nelle intenzioni avrebbe dovuto costituire un traguardo per la soluzione definitiva di ogni questione che si frappone da tempo all’emanazione del decreto interministeriale per la trasformazione dell’Azienda Ospedaliera in Azienda Universitaria.
Dopo anni di rallentamenti, di burocrazia, incomprensioni e passi indietro, la data odierna era stata vista come un punto di arrivo e di conclusione a lieto fine della vicenda.
L’incontro è slittato alla settimana prossima. La speranza comune è che, anche se con una settimana di ritardo, possa essere messa la parola fine a una querelle che va avanti oramai da tempo e che rischia di penalizzare principalmente gli studenti.
Nel momento in cui sarà varato il decreto, il passo successivo sarà la stipula dell’atto aziendale tra il rettore dell’Università di Salerno e il manager del “Ruggi”.
Sulla questione del rinvio del tavolo istituzionale previsto per oggi a Roma, è intervenuto anche il rettore dell’Università di Salerno Raimondo Pasquino, che in giornata è stato comunque nella Capitale per incontrare il ministro Profumo.
Il ministro dell’Università – ha spiegato Pasquino – «ha confermato il proprio interessamento e impegno a velocizzare l’iter per la costituzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria e si è impegnato a fare in modo che fosse fissata una nuova riunione, con l’adesione del Ministro Balduzzi e del Governatore Caldoro, per le 17.45 del prossimo 19 dicembre, presso il Ministero della salute. Resto fiducioso in una efficace interlocuzione tra Regione Campania e Ministero della Salute per il superamento di ogni impedimento all’emanazione del decreto interministeriale per la trasformazione del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona in Azienda Ospedaliera Universitaria. Sono certo che il tempo aggiuntivo che il Ministro Balduzzi ha chiesto per approfondire le risposte tempestivamente date dal sub-commissario alla Sanità della Regione Campania, dott. Mario Morlacco, sarà utilizzato proficuamente. Confido che nella riunione fissata per mercoledì prossimo si possa prendere atto della conclusione di un iter lungo tre anni per la definitiva trasformazione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria, e – ha concluso il rettore dell’Università di Salerno – rispondere alle giuste attese di studenti, docenti e famiglie del nostro Ateneo e dell’intera comunità salernitana».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto