A Scampia le studentesse si difendono studiando arti marziali

A Scampia le studentesse si difendono studiando arti marziali

Un corso di autodifesa personale. Lo hanno iniziato oggi una trentina di studentesse dell’istituto Galileo Ferraris del quartiere di Scampia a Napoli. Un progetto avviato dalla scuola in collaborazione con il Coni. Il corso, voluto dal preside dell’istituto, Vincenzo Ciotola, è stato accolto con favore dalle dirette interessate. Oggi pomeriggio le ragazze hanno preso parte alla prima lezione di autodifesa partecipando ad un seminario teorico e subito dopo ad un corso pratico di arti marziali. L’obiettivo, secondo quanto è stato spiegato, intende fornire alle ragazze alcune nozioni per la difesa in caso di pericolo. Un’attività che potrebbe essere utile in un quartiere considerato particolarmente a rischio, a nord della città, noto per essere una delle grandi piazze di spaccio della droga e dove i clan contrapposti si combattono a colpi di agguati per il predominio del territorio. Nel corso della sezione teorica i docenti del Coni hanno illustrato tecniche di autocontrollo e alcuni concetti base sulle arti marziali come judo e taekwondo. Nella seconda parte della lezione, che si è tenuta in palestra, le ragazze hanno partecipato a una prova pratica di autodifesa. «Speriamo – spiega il preside Ciotola – che questo corso aiuti le nostre studentesse a sentirsi più sicure».

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *