Accordo Pdl-Lega ma Maroni propone Tremonti premier

Accordo Pdl-Lega ma Maroni propone Tremonti premier

«Il nostro candidato premier è Giulio Tremonti». Trovato l’accordo nella notte tra Pdl e Lega, il segretario federale del Carroccio Roberto Maroni sembra però distante dalle indicazioni venute questa mattina da Silvio Berlusconi circa il candidato premier della coalizione. «Ho sentito che Berlusconi ha indicato come premier ideale Angelino Alfano – ha sottolineato Maroni – che è persona che stimo con cui ho lavorato molto bene e non mi dispiace. Mi permetto però di indicare come nostro candidato Giulio Tremonti».
Nell’accordo, spiega ancora Maroni, «non viene indicato, non si dice chi sarà il candidato premier», ma si dice che «non sarà Silvio Berlusconi». Così Roberto Maroni in una conferenza stampa in via Bellerio. Berlusconi «ha accettato, è un fatto rilevante», sono «soddisfatto e riconoscente».
Il segretario federale della Lega Nord ha parlato anche dell’accordo per le elezioni in Lombardia: «Ieri sera è stato sottoscritto l’accordo tra Lega e Pdl per le elezioni in Lombardia e le politiche. Un accordo che mi soddisfa molto perché posso ragionevolmente affermare che in Lombardia si vince e significa dare attuazione al progetto che ho esposto al congresso federale del primo luglio, governare le regioni del Nord, costituire la macroregione e trattenere il 75% delle tasse» sul territorio del Nord. Tutti punti, ha precisato Maroni, compresi nell’intesa con il Pdl per dare
«vita alla macroregione del Nord», come ha detto lo stesso Maroni in via Bellerio. Ultima parola poi sullo scandalo dei finanziamenti pubblici utilizzati dagli esponenti del partito per spese personali: «L’inchiesta di Roma è una bufala, vede una sola persona indagata che io stesso ho denunciato. E comunque non sono un complottista».

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *