Sab. Lug 20th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Addio a Ciccio, il cane che ha commosso l’Italia

1 min read
Era il pastore tedesco che ogni giorno raggiungeva la chiesa dove si svolsero i funerali della padrona

cane_ciccio_chiesa_brindisi_645È morto Ciccio, il cane che ha commosso l’Italia
Aspettava da due mesi la sua padrona sotto il sagrato della chiesa di Santa Maria Assunta di San Donaci in provincia di Brindisi, perché era lì che l’aveva seguita per l’ultima volta nel giorno dei suoi funerali. Da allora, ogni singolo giorno, Ciccio, il fedele pastore tedesco di 12 anni, si recava in quella chiesa aspettando che la sua padrona tornasse. Una storia che ha commosso l’Italia ed ha dimostrato a tutti quanto sia grande il legame tra gli uomini ed gli animali, un rapporto forse non sufficientemente indagato, che dà la misura di una forza irresistibile con la quale gli animali si legano a noi chiedendoci di essere accolti nel nostro mondo. Noi purtroppo non sempre recepiamo questa ricchezza e questa intensità affettiva e restiamo sul ciglio di una tolleranza che, talvolta, diventa disprezzo ed abbandono. La storia di Ciccio è stata elevata simbolicamente a cifra di un messaggio di condivisione e di amore che il mondo animale ci invia ogni giorno, una storia che è stata giustamente contrapposta – anche dai network stranieri – alle orribili scene, soprattutto estive, di abbandoni di animali, travolti anch’essi dall’orgia consumistica che spesso azzera l’identità degli uomini.

1 thought on “Addio a Ciccio, il cane che ha commosso l’Italia

  1. Che gli animali siano di gran lunga migliori degli uomini non è cosa nuova. Ma che un cane sia capace di tanto amore, costanza e dedizione fa davvero salire le lacrime agli occhi. Un affettuoso ciao a Ciccio, nella speranza che abbia finalmente ritrovato la sua amata padrona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *