Addio, maestro Lizzani. Non ti dimenticherò mai

Addio, maestro Lizzani. Non ti dimenticherò mai

Il regista Carlo Lizzani, 91 anni, si è suicidato oggi pomeriggio, lanciandosi dal terzo piano della sua abitazione nel centro di Roma, a pochi passi dal Vaticano. Tra i più grandi cineasti italiani, la filmografia di Lizzani è tra le più prestigiose e conosciute anche all’estero. Negli ultimi mesi, il maestro appariva depresso. Ha lasciato un messaggio di saluto ai figli. Pubblichiamo un ricordo di Carlo Lizzani scritto da un suo giovane e già affermato allievo, il regista salernitano Andrea D’Ambrosio.

di Andrea D’Ambrosio
Il regista Carlo Lizzani
Il regista Carlo Lizzani

Caro maestro,

ho saputo poco fa della tua morte, tragica e dolorosa.
Per me, tuo allievo e amico, è un dolore immenso. Non posso crederci
tu che hai vissuto la guerra e il dopoguerra, tu che hai vissuto
l’epoca gloriosa della Resistenza, tu che sei il pioniere del cinema
italiano e del Neorelismo non ci sei più. Un galantuomo, una persona
per bene. Bellissime le tue lezioni di cinema, sarei stato ore ad
ascoltare le tue storie, i tuoi incontri, la tua vita. Tutto questo
non ci sarà più. Eri il primo a cui facevo vedere i miei lavori.
Quando girai Biutiful Cauntri, mi dicesti che avrebbe avuto molto
successo e ti ricordava i documentari del dopoguerra, della
ricostruzione. Eri sempre disponibile ad aiutare, ad ascoltare a
capire. Per me tu e Peppe de Santis siete stati la mia luce, la mia
strada e quel poco che so fare lo devo a te. Anche questo gesto
estremo mostra la tua grande libertà e la tua coerenza. Forse perché
questo mondo non lo capivi più, non lo so, ma ti ho voluto bene.

Addio Carlo

 

 

Andrea Manzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *