Lun. Ago 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Afghanistan: ucciso un militare italiano, altri quattro feriti

2 min read
Deceduto il caporale Tiziano Chierotti. Salgono a 52 gli italiani morti dall'inizio della missione

Il Caporale Tiziano Chierotti (foto), 24 anni, originario di San Remo, è il militare ucciso oggi in Afghanistan. Lo rende noto lo Stato maggiore della Difesa. Il caporale Chierotti era effettivo dal 2008 al 2/o reggimento alpini di Cuneo, inquadrato nella brigata alpina Taurinense. Altri quattro militari sono stati feriti in uno scontro a fuoco con insorti nella provincia di Farah in Afghanistan, durante un’operazione congiunta con l’esercito afgano. Lo scontro è avvenuto nel distretto di Bakwa, a sud di Herat, nel corso di un’operazione della Task Force South East insieme all’unità del 207esimo Corpo dell’esercito afgano. Secondo le prime ricostruzioni, quando sono stati attaccati da un gruppo di insorti i militari italiani erano impegnati in una attività di pattuglia nel villaggio di Siav che si trova a circa 20 chilometri a ovest della base operativa avanzata ‘Lavaredo’ di Bakwa, dove ha base la Task Force South East, costituita dal secondo reggimento alpini. Il comando italiano ha fatto sapere che la reazione della pattuglia è stata “immediata”. Con l’alpino ucciso oggi, salgono a 52 i militari italiani morti dall’inizio della missione Isaf in Afghanistan, nel 2004. Di questi, la maggioranza è rimasta vittima di attentati e scontri a fuoco, altri invece sono morti in incidenti, alcuni per malore ed uno si è suicidato.
Il caporale Chierotti è morto alle ore 19.45 locali: «Gravemente ferito all’addome – spiegano alla Difesa – era stato trasferito dall’ospedale da campo di Farah alla struttura sanitaria di livello superiore di Camp Bastion per le cure del caso, ma è deceduto per il repentino aggravarsi delle condizioni cliniche nonostante i tentativi di rianimazione». «Non sono in pericolo di vita gli altri tre militari coinvolti nell’evento», ribadisce lo Stato maggiore. Il capo di Stato maggiore della Difesa, Biagio Abrate, a nome delle Forze Armate e suo personale, esprime ai familiari del caporale Chierotti il «profondo cordoglio per la scomparsa» del caporale. Esprime inoltre al capo di Stato maggiore dell’Esercito, Claudio Graziano, «la propria tristezza e i sentimenti di vicinanza alla Forza armata per il lutto che l’ha colpita». Intanto, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine sul conflitto a fuoco con alla base l’ipotesi di reato di attentato ai fini di terrorismo.
Il Ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, si stringe alla famiglia Chierotti per la scomparsa di Tiziano, «Era un ragazzo generoso e coraggioso», ha commentato il ministro. «E tale si è dimostrato fino all’ultimo momento». Sappiamo che questa fase della presenza italiana in Afghanistan è la più delicata e complicata, si legge in una nota dle ministero della Difesa. Il Governo si è impegnato a rispettare le date del ritiro in accordo con gli alleati transatlantici, fino a completare la transizione verso le forze di sicurezza afgane. «Tiziano non ti dimenticheremo. Grazie del tuo esempio quotidiano e del tuo impegno fino all’estremo sacrificio», ha aggiunto il ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *