Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Al “Sabato delle idee” le banche nel tempo della crisi

Al “Sabato delle idee” le banche nel tempo della crisi

Al “Sabato delle idee” le banche nel tempo della crisi

Marco Salvatore e Lucio D'Alessandro

Che ruolo possono avere le banche in tempo di crisi economica? E gli istituti di credito cosa possono fare per contribuire allo sviluppo concreto nel Mezzogiorno?
I guru dell’economia italiana si riuniscono a Napoli per discutere de “Il ruolo del sistema bancario al tempo della crisi economica”. L’obiettivo è cercare di capire come le banche rappresentino oggi il centro nevralgico dell’economia mondiale, senza tralasciare di ipotizzare modalità con cui i grandi istituti di credito possano contribuire allo sviluppo dell’economia di Napoli e dell’intero Mezzogiorno, sempre più compresso tra il desiderio di emergere dei giovani e la crisi economica che mette a freno qualsiasi speranza. Per quanto ovvio la riflessione non riguarda soltanto Napoli o il Sud Italia ma è altamente simbolico che si scelga la capitale del debito pubblico italiano (che supera due miliardi) per discutere del ruolo delle banche nell’economia. La città partenopea diventa un punto di osservazione privilegiato per le dinamiche del Mezzogiorno e dell’Italia intera.
L’appuntamento con il convegno è per sabato 22 settembre alle ore 10.30 presso la Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa, per il terzo appuntamento dell’edizione 2012 del Sabato delle idee, interamente dedicato al tema “Il ruolo del sistema bancario al tempo della crisi economica”.
Il convegno rientra nella manifestazione “Il sabato delle idee”, iniziativa promossa e ideata dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e dalla Fondazione SDN, che punta a far sorgere a Napoli nuovi spazi di discussione e a risvegliare capacità critiche e propositive della società.
Nato nel gennaio 2009, “Il sabato delle idee” punta a rilanciare nuove idee per la crescita culturale, sociale, economica e politica locale e nazionale. Al fianco della Fondazione e del Suor Orsola ci sono anche il Pan, Palazzo delle Arti di Napoli, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e Città della Scienza.
Promuovere l’impegno civile, la partecipazione e la realizzazione di progetti concreti per lo sviluppo del Mezzogiorno e di Napoli in particolare. Sono questi gli obiettivi fondanti de “Il sabato delle idee” che animeranno il convegno di sabato, con l’augurio che la rete di eccellenze campane che scelgono di lavorare insieme possa crescere sempre di più.
L’incontro sarà introdotto da Lucio D’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa e da Marco Salvatore, professore ordinario di Diagnostica per Immagini all’Università Federico II di Napoli (nelle foto). Alla discussione, coordinata dall’economista Massimo Lo Cicero, parteciperanno Maurizio Barraco, Presidente del Banco di Napoli; Pietro Modiano, Presidente di Nomisma, ex direttore generale di Banca Intesa; Salvatore Rossi, vicedirettore generale della Banca d’Italia.
“La necessità di una riflessione che sia in grado di spiegare i meccanismi del sistema bancario e nazionale che oggi rappresenta il centro nevralgico dell’economia mondiale – ha spiegato Lucio D’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa – ha fatto nascere l’idea di questo incontro. Parliamo di un sistema che da secoli si scontra con la diffidenza che accompagna l’attività di chi guadagna il proprio denaro non attraverso un diretto impegno lavorativo ma utilizzando il denaro stesso. E al tempo della grande crisi economica ci è sembrato giusto porre pubblicamente degli interrogativi di grande attualità: è giusto che interi settori di sana economia reale saltino per questioni di finanza con cui pochissimo hanno a che fare? Che cosa possono fare gli uomini di banca di cui certo la modernità mondializzata non può fare a meno? E’ possibile da parte delle banche fare qualcosa di più e di più concreto, ad esempio in un territorio difficile come il nostro Mezzogiorno?”
Abbiamo scelto un tema strettamente connesso con le speranze di sviluppo e di crescita della città di Napoli e del Mezzogiorno, che sono l’obiettivo fondante di questo ciclo di convegni – ha spiegato Marco Salvatore, ideatore del Sabato delle Idee. In un contesto internazionale di grave crisi economica, la sofferenza del nostro territorio si sta ancora di più accentuando e una delle poche vie d’uscita potrebbe essere rappresentata da una grande intesa progettuale tra il sistema creditizio delle banche, le istituzioni politiche e le giovani forze imprenditoriali che hanno spesso idee brillanti ma sono prive dei fondi per metterle in pratica. Investire sulle idee nuove dei giovani cervelli del nostro territorio, senza costringerli a cercare altrove sostegno e fiducia, deve rappresentare per le grandi banche del Paese e non solo un interesse economico ma anche e soprattutto un dovere sociale, magari sostenuto e incentivato dalla classe di governo, di partecipazione al rilancio dell’economia meridionale e nazionale”.

 

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto