Alario Estate, “nonsolospettacolo” nel Cilento che deve cambiare

Alario Estate, “nonsolospettacolo” nel Cilento che deve cambiare
Peppe Lanzetta
Peppe Lanzetta

Con una rassegna di musica etnica, presentata da Serena Albano e promossa dall’Associazione Essercilento (20 21 luglio, Teatro Zenone, ore 21), la Fondazione Alario per Elea-Velia apre le manifestazioni estive “Alario Estate 2013” con il patrocinio dell’Ept, che si svolgeranno tutte nel complesso Alario (Viale Parmenide), a Marina di Ascea e saranno dedicate allo spettacolo, alla cultura e alla riscoperta dei legami di appartenenza al territorio da condividere con turisti e visitatori. La rassegna coinvolgerà i maggiori gruppi di ricerca musicale del comprensorio (nella foto in copertina l’artista Piera Lombardi).
Il cartellone è stato presentato nel corso di una conferenza stampa, aperta dal presidente della Fondazione, on. avv. Carmelo Conte, che ha illustrato lo spirito della rassegna collocandola nell’ambito delle iniziative strategiche tendenti a rafforzare il progetto della Città Parco, alla quale la Fondazione sta lavorando da tempo.
“Con questa iniziativa confermiamo il nostro impegno per fare del Parco una vera comunità del Cilento”, ha affermato il Presidente Conte che non ha risparmiato critiche alla distribuzione dei fondi regionali, nazionali ed europei destinati alla cultura e allo spettacolo. Tali fondi, ha ribadito Conte, sono assorbiti prevalentemente dalla città di Napoli, senza un disegno unitario sia sugli obiettivi che sulla gestione.
Il secondo appuntamento, lunedì 22 luglio, alle 20,45, si svolgerà proprio nell’ottica di una condivisione dei servizi e di una sinergica comunicazione tra i comuni del Parco, e sarà dedicata alla informazione. Tema della serata: “1943-2013: 70 anni di libertà”. Introdurranno l’argomento Carmelo Conte e i giornalisti Gabriele Bojano, Gigi Di Fiore e Eduardo Scotti. Seguirà un confronto tra i giornalisti del comprensorio che discuteranno delle problematiche “ambientali” legate al proprio lavoro e alla funzione che le testate locali potranno avere per una più compiuta coesione civica.
Si riprenderà il 27 luglio (cortile di Palazzo Alario, 20,45) con “Tutto Lanzetta”. Un incontro con il popolare attore napoletano Peppe Lanzetta nelle vesti di scrittore che descrive con efficacia le contraddizioni delle periferie napoletane.
L’uno o il quattro agosto, alle ore 21 (la data sarà confermata nelle prossime ore), esibizione nel piazzale monumentale della Fondazione della grande Orchestra filarmonica russa di Izhevsk (70 musicisti), diretta da Leonardo Quadrini, violinista solista Kameliya Naydenova.
L’8 agosto la rassegna darà spazio al linguaggio civile e rivoluzionario della poesia del Sud con un incontro con le produzioni di tre tra le maggiori voci liriche della letteratura contemporanea: Rocco Scotellaro, Albino Pierro e Giuseppe Liuccio. Pasquale De Cristofaro leggerà brani dei tre autori, in particolare i versi dedicati alle lotte di emancipazione del popolo meridionale. Musiche dal vivo della violinista Kameliya Naydenova.
Il 10 agosto (Teatro Zenone, ore 20,45) la Compagnia Arte Studio presenta “Forza venite gente”, musical per la regia di Loredana Mutalipassi, un classico dedicato ai ragazzi che riscuote da anni il consenso diffuso delle giovani generazioni.
Il 18 e 22 agosto (ore 20,45) due incontri con gli autori, rispettivamente con Diego De Silva, che discuterà del suo nuovo romanzo “Mancarsi” con Andrea Manzi (seguirà un reading dell’autore), e con Gigi Di Fiore, inviato speciale de “Il Mattino”, che si confronterà con Carmelo Conte e Massimo Adinolfi sui suoi due recenti libri sulle “Controstorie” nazionali, entrambi editi da Rizzoli.
Cultura e spettacolo anche il 26 agosto (20,45) con l’attore Alfonso Liguori nel suggestivo recital “Il tram di Buenos Aires – Borges legge Dante”, musiche dal vivo di Kameliya Naydenova.
Il 21 agosto ci sarà il confronto sulla linea editoriale e sulla mission della rivista Il Paradosso edita dalla Fondazione Alario per Elea-Velia Onlus. Confronto pubblico della redazione.
Il 25 agosto (cortile Palazzo Alario, 20,45), “Pensare il calcio” (Mourinho come Heidegger?) di e con Elio Montella che converserà con Massimo Adinolfi. Coordina Enrico Varriale.
Il 26 agosto, ‘Il tram di Buenos Aires – Borges legge Dante’ di e con Alfonso Liguori. Musiche dal vivo della violinista Kameliya Naydenova.
Il 28 agosto si riprende con “Stasera niente di nuovo” (Teatro Zenone, ore 21), uno spettacolo comico-musicale con Lucio Bastolla che sarà accompagnato da quattro musicisti.
Il 29 agosto, ultima manifestazione della rassegna (cortile Palazzo Alario, 20,45) sarà con Titti Marrone impegnata nella presentazione del nuovo libro “Il tessitore di vite” (Mondadori). Erminia Pellecchia intervisterà la scrittrice.

Altre serate saranno dedicate a promozionare attività culturali del territorio e, in particolare, della Fondazione.
Al più presto saranno rese note altre iniziative per settembre ed ottobre.

La Fondazione ha attivato, inoltre, un Laboratorio teatrale per ragazzi e adulti, che si terrà dal 5 al 9 agosto.

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *