Alleniamoci alla pazienza ed eviteremo scontri senza motivo

Alleniamoci alla pazienza ed eviteremo scontri senza motivo
di Pasquale De Cristofaro
Pasquale De Cristofaro
Pasquale De Cristofaro

Una tra le grandi virtù umane è la pazienza. Purtroppo, oggi, è merce rara. Tutti sono troppo presi di sé, trincerati dentro una corazza che ci rende poco empatici nei confronti degli altri. Questa mancanza di empatia, di apertura, fa di noi persone poco propense al dialogo; prontissimi alla scontro senza motivo e, molto spesso, incapaci di porre attenzione alle ragioni degli altri. Siamo convinti di essere sempre nel giusto e che tutti gli altri non sono che degli stupidi, buoni solo ad intralciarci. Anche Kafka, in un suo preziosissimo e crudele libriccino “Lettera al padre”, scrive, ad un certo punto, che la vita è un lungo esercizio di pazienza. Proverbialmente capace di trascinarci in funambolici paradossi, lo scrittore praghese s’arrende ad una chiarissima verità: la vita è troppo dolorosa e pesante per poter essere attraversata senza questa virtù. Se è vero questo, allora non ci resta che allenarci tutti i giorni a cominciare dai nostri congiunti. Piccole e grandi discussioni che virano presto verso abissi d’incomprensioni e accese rabbie, potrebbero essere sedate in un batter d’occhio se solo provassimo ad esercitarla. “La pazienza è la virtù dei forti”, recita un proverbio molto ricorrente e pochissimo praticato. E se è vero che in alcuni di essi si condensa una antica saggezza, non ci resta che tenerne conto e ricordarcene più spesso. A tale riguardo, permettetemi un ricordo personale.  Mia nonna materna, che ha avuto una vita lunga e dolorosissima, basti pensare che è sopravvissuta per alcuni anni a tutti i suoi cinque figli, soleva ripetermi quasi quotidianamente: “Pascà, ce vo’ pacienza”.

Andrea Manzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *