Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Allo stadio solo con striscioni “autorizzati”. Censura preventiva?

2 min read
L'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha varato l'Albo nazionale degli striscioni da stadio.
di Barbara Ruggiero

Tempi duri per i tifosi italiani che da quest’anno potranno portare allo stadio solo gli striscioni autorizzati. L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha varato l’Albo nazionale degli striscioni, presente nel sito on line dell’ente, con lo scopo di dare ai tifosi una strada meno burocratica e più accessibile per ottenere l’autorizzazione a portare gli striscioni allo stadio.
In passato l’autorizzazione andava richiesta via fax e i tifosi, scoraggiati dall’eccessiva burocrazia, spesso rinunciavano ad inoltrare la domanda.
La nascita dell’albo degli striscioni, che rientra nelle regole per contrastare la violenza negli stadi, è sembrata ai più come la fine di un’epoca del calcio, basata sulla fantasia dei tifosi che trascorrevano notti insonni pur di realizzare coreografie e striscioni con sfottò e slogan che hanno fatto la storia delle tifoserie organizzate.
Mentre c’è chi addirittura parla di censura preventiva, si chiude l’epoca della creatività e degli slogan, spesso al limite della decenza, che hanno caratterizzato le domeniche sportive, specie negli ultimi anni, quando sono stati presi di mira, indistintamente, avversari, calciatori e finanche la classe politica.
Sarà difficile anche per la rubrica “Striscia lo striscione” del tg satirico di Canale 5 rintracciare slogan allo stadio in grado di suscitare un sorriso nel telespettatore.
Ma come funziona l’albo degli striscioni?
Ogni striscione viene schedato, con misure, gruppo di appartenenza, e collocazione all’interno dello stadio. Gli striscioni autorizzati potranno essere portati anche in trasferta.
L’Osservatorio, che ha competenza per serie A, B e Lega Pro, ha già ricevuto 350 richieste relative a 41 squadre.  Al momento sono 9 gli striscioni autorizzati pubblicati già on line. Il sito – reperibile all’indirizzo  http://www.osservatoriosport.interno.gov.it/area%20tifosi/index_area_tifosi.html– risulta ancora in costruzione. Entro il 15 settembre, data di ripresa del campionato di serie A, la lista degli striscioni autorizzati dovrebbe essere completa. Le tifoserie più veloci nel richiedere approvazione sono state quelle di Bari, Brescia, Crotone ed Empoli per la serie B; Alessandria, Avellino, Benevento, Catanzaro e Ferarpisalò per la Lega Pro. Nessuno degli striscioni al momento, brilla per fantasia o creatività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *