Amedeo Ariano Organ Trio feat Joyce Yuille al pub Il Moro

Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
L’atmosfera del natale con i colori ed i toni del Jazz aprono il mese di dicembre nelle sale del Risto Pub Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa) con trio di sicuro successo per la qualità e la tecnica musicale che si avvale della partecipazione straordinaria di una delle voci simboli della “black music”.
E’ la voce inconfondibile della cantante newyorkese Joyce Yuille, a caratterizzare il trio capeggiato dal batterista Amedeo Ariano, considerato dal pubblico e dalla critica uno tra i migliori batteristi di jazz, venerdì 7 dicembre per l’appuntamento musicale di MoroInJazz, la rassegna organizzata dal Moro del Borgo Scacciaventi, con la direzione artistica di Gaetano Lambiase. L’Organ Trio, ciascuno un virtuoso indiscusso del proprio strumento, che si avvale dell’hammondista Andrea Rea metterà in evidenza particolari aspetti sonori e tematici attraverso un repertorio emozionante e vario per sfruttare al meglio la voce sofisticata e grintosa di Joyce.
Gospel, soul, blues, jazz: questo è il background di Joyce Yuille, artista di New York ed entertainer di altissimo livello. Un trio, venerdì 7 dicembre a partire dalle ore 22.30, sul palcoscenico del locale del Borgo Scacciaventi che si avvarrà di una particolare commistione sonora fra batteria ed organo per un concerto di grande energia e passionalità.
Joyce è cresciuta tra il jazz della Grande Mela e l’ambiente delle chiese Gospel.
Ha avuto l’opportunità di lavorare con artisti nazionali ed internazionali, come Randy Crawford, Laura Pausini, Elio e le Storie Tese, Paolo Conte e ha collaborato come corista nelle tournee di Gloria Gaynor e Donna Summer. Joyce è una solista dalla voce calda, raffinata e ricca di sfumature, che racchiude tutta l’energia del Jazz e del Gospel, fusa alle influenze melodiche Europee.
Lo stile e la classe che la contraddistinguono l’hanno portata a trasferirsi a Parigi dove ha vissuto e lavorato per moli anni. E’ stata fortemente influenzata dai vari generi musicali del R&B, gospel, classico, jazz e musica latina ( è nata a mt.500 dal leggendario re del Mambo, Tito Puente).
La sua ammirazione per cantanti del calibro di Billie Holiday, Etta James, Sarah Vaughn, e la sua preferita, Phillis Hyman, alla quale è stata paragonata vocalmente, l’hanno aiutata a crescere e a creare uno stile personale al quale si ispirano nuove vocalist femminili d’oggi. Joyce Yuille ha avuto l’occasione di lavorare con artisti nazionali ed internazionali ben noti come Randy Crawford, Ronan Keating, Gloria Gaynor, Dee Dee Bridgewater, Sister Sledge e moltri altri.
Joyce è una cantante di rara musicalità, potenzialità comunicativa ed incredibile presenza scenica. E’ nata a New York, dove ha frequentato la prestigiosa High School of Music and Performing Arts e dove ha cantato nei clubs più importanti fin da quando aveva diciotto anni. Ha partecipato inoltre a numerosi festival in Italia e in Europa tra cui Umbria Jazz, Blues & Jazz Festival di Rapperswill, Trasimeno Blues, Mantova Music Festival e molti altri ancora. La sua versatilità le permette di spaziare nei vari generi musicali con una grazia ed una sensualità musicale travolgente.
Intanto c’è grande attesa per il concerto di venerdì prossimo, 14 dicembre, per la tappa del tour di EUGENIO FINARDI. Il cantautore milanese si esibirà con il quintetto di Raffaele Casarano. E’la prima volta che Eugenio accetta di rielaborare il proprio repertorio in chiave prettamente jazz.
I suoi brani più conosciuti si sviluppano così in inaspettate soluzioni timbriche ed armoniche, impreziosite dalle improvvisazioni di Raffaele Casarano, Mirko Signorile, Marcello Nisi, Marco Bardoscia e Alessandro Monteduro, talenti emergenti del jazz italiano dal sicuro avvenire.
Già attiva la prevendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *