Anci Campania, Vassallo: “Approvato regolamento giovani”

Anci Campania, Vassallo: “Approvato regolamento giovani”
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
ANCI CAMPANIA(1)E’ stato approvato ieri, dal direttivo convocato dal neo coordinatore Antonio Vassallo, il regolamento di Anci Giovane Campania, l’organismo dell’associazione regionale dei comuni che riunisce gli amministratori under 35.
Nella stessa riunione, i giovani amministratori della consulta hanno anche approvato il calendario delle attività in programma per il 2013.
Corsi di formazione per i giovani amministratori campani, realizzazione di format di atti e delibere per permettere ai Comuni di offrire agevolazioni alle giovani coppie, organizzazione di BarCamp in collaborazione con il parlamento europeo e avvio dell’interlocuzione sui fondi europei della nuova programmazione 2014 -20: sono questi i punti sui quali i giovani componenti della consulta concentreranno la propria attività nei prossimi mesi.
A tal fine, sono stati attivati quattro gruppi di lavoro: “Formazione per i giovani amministratori” di cui coordinatori saranno Guglielmo Lima e Antonio Ambrosino; “Proposte per la Programmazione Regionale Fondi Europei 2014-2020” dove a coordinare le attività saranno Settimio Rienzo, Salvatore Illiano e Mario Pagano; “Bar Camp – Buona Politica” animato da Generosa Clemente, Elena Sanzari, Marco Bergamin e Settimio Rienzo e “Proposte di agevolazioni per le giovani coppie” in cui a organizzare il lavoro saranno Arnaldo Maurino e Giovanni Russo.
Prossimo appuntamento previsto per gli inizi di marzo.
“La rete dei giovani amministratori – afferma il neo coordinatore dei giovani di Anci Campania, Antonio Vassallo – è l’arma vincente non solo per coltivare la cultura delle autonomie locali e far circolare le best practices sui territori ma anche per realizzare proposte concrete su temi fondamentali come l’uso e la destinazione dei fondi europei. Da questo punto di vista noi vogliamo incidere, candidandoci a diventare, sui temi delle politiche giovanili, interlocutori autorevoli per tutti gli enti istituzionali e non che saranno coinvolti nella nuova programmazione 2014-2020”

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *