Gio. Lug 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Appalti alla Provincia, il processo resta dove è

2 min read
Respinta l’eccezione presentata dal legale di Raffaele Orefice

I giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno hanno respinto l’eccezione presentata dal legale di Raffaele Orefice, Mario Ianulardo, che chiedeva il trasferimento del processo Due Torri perché – spiegava nella richiesta – il reato associativo (il più grave imputato) si sarebbe consumato nell’Agro nocerino-sarnese, in particolare presso lo studio di Gennaro Citarella. Respinta l’eccezione, pertanto, il processo Due Torri rimane a Salerno. E dopo l’udienza che si è svolta oggi c’è stato il rinvio al 17 gennaio. Le accuse riguardano imprenditori e funzionari pubblici e vanno dall’associazione per delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti, alla corruzione, al falso in atto pubblico, abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture. La Provincia di Salerno si è costituita parte civile nel processo “Due Torri”, a carico di Luigi Di Sarli, Giovanni Botta, Eduardo Sale e dei funzionari provinciali Raffaele Orefice e Franco Pio De Luca. A giugno scorso la Dda di Salerno ha svelato con la maxi inchiesta “Due Torri” il trucco degli appalti scoperchiando un sistema fatto di complicità tra imprenditori, funzionari, politici. Nella rete dei pm Vincenzo Montemurro e Rosa Volpe finirono quindici persone. In carcere, tra gli altri, finirono anche Rino e Giovanni Citarella. I due cugini erano secondo la Procura i capicordata del sodalizio criminale. I due imprenditori sono usciti dal processo insieme ad altri accusati con il patteggiamento della pena. Nell’elenco delle opere all’attenzione della magistratura di Salerno c’erano la messa in sicurezza di scuole, la viabilità dell’Università, il porto di Agropoli e l’aeroporto «Salerno Costa d’Amalfi». E nomi ricorrenti, ai vertici dei lavori appaltati, i cugini Gennaro e Giovanni Citarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *