Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Assemblea generale Interpol a Roma con la Fiat sponsor

Assemblea generale Interpol a Roma con la Fiat sponsor

Assemblea generale Interpol a Roma con la Fiat sponsor

Un’azienda privata sponsorizza le forze dell’ordine. Basterebbe questo per “ipotizzare” che in Italia ci sia qualcosa che non va. E nessuno si preoccupa di questo tanto che l’annuncio viene dato in pompa magna, con tanto di numeri, modelli e appuntamenti degni di una buona iniziativa di Marketing. L’azienda è la Fiat che è lo sponsor ufficiale dell’assemblea generale dell’Interpol in programma a Roma, all’Hotel Hilton, da oggi all’8 novembre 2012. Secondo quanto riferisce l’agenzia Radiocor del Sole 24 Ore Fiat, con società localizzate in 44 paesi e 155 stabilimenti nel mondo, è da sempre vicino alle forze di polizia internazionali. Per questo motivo parteciperà, all’assemblea. Ed ecco qui il lungo elenco di numeri della nota stampa: alla conferenza, giunta all’81esima sessione e con oltre 1.000 delegati partecipanti, saranno presenti oltre cento ministri dell’interno dei 190 paesi che aderiscono all’Interpol. Fiat metterà a disposizione una flotta di 140 vetture rappresentanti tutta la gamma di veicoli realizzati dal Gruppo. A partire dalla nuovissima 500L, appena commercializzata, saranno utilizzate le Fiat Freemont, Bravo, Punto, Ducato e Scudo, le Lancia Thema, Voyager e Delta, le Jeep Compass e Grand Cherokee, l’Alfa Romeo Giulietta e la Maserati Quattroporte. Le vetture saranno caratterizzate da una specifica grafica che riporta al logo della manifestazione. Alcuni nuovi modelli (500L e Thema blindata) – insiste la nota dell’ufficio stampa della casa automobilistica italiana – saranno esposti davanti all’Hotel Hilton e a Villa Miani, dove si svolgerà la serata di gala dell’Assemblea (in questa occasione sarà presente anche una monoposto di Formula 1 della Ferrari), insieme ad alcune vetture in specifico allestimento Forze dell’Ordine per i compiti istituzionali di presidio del territorio nazionale (Fiat Freemont, Sedici, Bravo, Punto).
Un’operazione di marketing che sembra quasi contrastare – con le dovute prese di distanza naturalmente tra l’azienda Fiat e la criminalità in generale – con quanto dichiarato oggi dallo stesso ministro dell’Interno Cancellieri che, in materia di rapporti tra la criminalità e imprese ha riferito: « La criminalità va colpita dall’interno e dall’esterno». Una sponsorizzazione da parte di privati, che legano i propri interessi economici e commerciali alle forze dell’ordine, ancora di più all’assemblea che riunisce le forze internazionali, sembra proprio un paradosso capace di bloccare e arrestare la forza dirompente dell’Interpol. Si tratta di cose che accadono solo in Italia. Ma nessuno sembra accorgersene.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1292

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto