Mar. Giu 25th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Attaccati al cellulare, radiografia di una dipendenza

2 min read
In un filmato il ridicolo che deriva dal nostro innaturale legame con il maledetto smartphone

Chair-Magazine-Dipendenza-cellulareCalamitati dal display dello smartphone, oggigiorno abbiamo quasi del tutto perso la capacità di guardarci intorno e di socializzare. Se n’è discusso spesso in quest’afosa estate, forse una delle prime con la tecnologia always on a gogo. Ma dall’esterno, quando siamo attaccati allo schermo del nostro cellulare anziché goderci un panorama, come ci percepiscono? Una prima risposta viene da un cortometraggio che si sta diffondendo in maniera virale sul web e che evidenzia i difetti di tutti coloro che sono dipendenti dal cellulare. Si chiama “I forgot my phone” ed è un breve filmato che sta registrando un vero e proprio boom di visioni negli ultimi giorni. Il video mostra in poco più di due minuti di filmati come l’avvento del cellulare abbia radicalmente cambiato le nostre vite. Pubblicato lo scorso 22 agosto sul canale charstarleneTV, “I forgot my phone” è un video che fa notizia perché – anche grazie alla condivisione sui social network – in pochi giorni è stato visto da oltre 8 milioni di utenti. Il filmato racconta momenti di vita di numerose persone evidenziando come i cellulari siano riusciti a guadagnarsi un ruolo sempre più importante nella vita di ognuno di noi.  Dalla festa di compleanno, a uno spettacolo, passando per momenti di relax e finanche a letto, il video vuole far capire come, in tante occasioni, le persone perdano attimi importanti della propria vita nell’utilizzare lo smartphone – anche solo per fotografare o fare video – anziché godersi semplicemente il momento.

Il cortometraggio dal titolo emblematico (“Ho dimenticato il mio cellulare”) dà spazio a un mare di riflessioni. I due minuti di video sintetizzano l’arco di una giornata: dalla mattina alla sera. Le immagini partono da un letto alla luce del mattino e terminano la notte, quando, spenta la luce del comodino, riappare un’altra luce, quella dello smartphone.

Il filmato mette ben in evidenza i cosiddetti dipendenti da cellulare e quanto questo modo di fare possa farci sembrare ridicoli agli occhi di chi ci osserva mentre controlliamo spasmodicamente email, social network, o anche mentre cerchiamo di immortalare qualsiasi tipo di evento con il nostro smartphone.

(b. r.)

Il video: http://www.youtube.com/watch?v=OINa46HeWg8

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *