Basta darle il la

di Nicoletta Tancredi

father and child at breakfastLa piccola peste di casa non pronuncia parola senza farla precedere dall’articolo.
Notevole!
Peccato, però, che l’articolo non cambi mai: è sempre “la”.
Come dire, “datemi il la e vi farò sentire io”.
Una sorta di grammatica “mononota”.
Chissà un domani scriverà una canzone per Sanremo, ma oggi mi chiedo: cosa avrà mai contro “il”, ad esempio, o “lo”?
Comincio a farmi il cruccio che la mia educazione sia di impronta eccessivamente femminista.
Ma perché non “una” allora? Perché promette di essere una donna, come dire, “determinata”?
Beh, magari! Staremo a vedere.
Intanto, però, continuiamo a mangiare “la pane”, a giocare con “la bimbo”, ad accarezzare “la bau”, a mettere “la totto” (biscotto) nel latte, ad usare “la denti” ovvero lo spazzolino e la sera, prima di andare a letto, a fare “la bagna”.
Sulle cose importanti però siamo sicuri: la pappa è la pappa, la cacca è la cacca e la ninna è la ninna!

Mummybook è anche su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *