Dom. Set 15th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Basta un temporale per fare disastri in Campania: vergogna

3 min read
Un traghetto di 50 metri diretto a Sorrento incagliatosi a causa del forte moto ondoso che lo ha spinto

Un traghetto di 50 metri diretto a Sorrento incagliatosi a causa del forte moto ondoso che lo ha spinto verso la costa di Castellammare di Stabia e un sessantatreenne salvato dalla polizia nel Napoletano dopo essere rimasto bloccato con la sua auto in una strada trasformata in fiume dalle copiose piogge. Danni diffusi, tre scuole evacuate ed una frana in Campania. È il bilancio di una giornata all’insegna del maltempo che ha colpito l’Italia, soprattutto la Campania ed il Mezzogiorno, con bruschi abbassamenti delle temperature e forti precipitazioni. Il ciclone scandinavo Medea sta ora lasciando il Settentrione e avanza verso il Centro-Sud portando con sè aria più fresca e temporali. Prove tecniche di autunno, in sostanza, con un peggioramento previsto per le prossime 48 ore sul versante tirrenico. Momenti di paura anche nella vicina San Giorgio a Cremano dove un uomo di 63 anni è rimasto intrappolato nella sua auto a causa della forte pioggia: quando la polizia è giunta sul posto si è trovata davanti una Alfa Romeo 156 ferma in mezzo a una strada trasformata in un fiume d’acqua e fango dalle copiose piogge. All’interno il 63enne in gravi difficoltà: l’acqua piovana, penetrata all’interno dell’abitacolo, gli ostacolava la fuga. Dopo un paio di tentativi gli agenti sono riusciti a farlo uscire. Sempre a Castellammare un fiume di fango generato dall’esondazione di un torrente che attraversa il Monte Faito ha invaso la città, provocando disagi e paura nella popolazione nella cui mente è tornato il ricordo dell’inondazione avvenuta quindici anni fa. A scopo precauzionale i bambini di una scuola elementare e materna sono stati evacuati. A causa delle intense precipitazioni è rimasta temporaneamente chiusa al traffico anche la rampa di uscita dello svincolo di Battipaglia, in carreggiata nord, dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria.
La Sala operativa della protezione civile regionale della Campania, i tecnici dell’Arcadis, l’agenzia di Difesa del suolo, e il Genio civile sono al lavoro per monitorare costantemente l’evolversi della situazione ed effettuare le verifiche sul campo a seguito delle piogge che stanno interessando la regione. I primi controlli ed interventi hanno riguardato le scuole: si è fatto in modo da risolvere, insieme ai volontari e ai vigili del fuoco, tutti i problemi inerenti gli allagamenti degli edifici scolastici e a provvedere all’evacuazione degli alunni di tre istituti (a Nocera inferiore, Castel San Giorgio e Lettere). «Al momento, è particolarmente sotto attenzione la situazione dell’agro nocerino-sarnese, in particolare Castel San Giorgio, dove si sono registrati allagamenti – spiega l’assessore regionale Cosenza – dovuti ad un dilavamento in alveo, e Nocera Inferiore dove ci sono stati straripamenti a causa della rottura in due punti degli argini dell’alveo ‘Comune nocerino`». In questo momento una squadra dell’Arcadis si sta recando presso il Comune di Positano a seguito del dilavamento dei residui degli incendi che si sono registrati quest’estate. «Proprio in considerazione della fragilità del territorio dell’agro nocerino sarnese dal punto di vista del dissesto idraulico, assume una rilevanza strategica il Grande progetto Fiume Sarno, che risolverà in maniera definitiva il problema. È per questo che, insieme all’Arcadis, stiamo dando un forte impulso alla redazione del progetto finale, in modo da poter procedere immediatamente con le gare per l’esecuzione delle opere», ha concluso Cosenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *