Home
Tu sei qui: Home » Ethos » Benedetto XVI spopola e attrae su Twitter

Benedetto XVI spopola e attrae su Twitter

Benedetto XVI spopola e attrae su Twitter

Sfiora i centocinquantamila follower l’account Twitter inaugurato questa mattina da Papa Benedetto XVI.
Il canale ufficiale del Papa sul sito di microblogging più famoso al mondo ha otto account – una per ogni lingua utilizzata – e nel giro di poche ore dal lancio sta avendo un successo mondiale.
Nella homepage non figurano ancora tweet: il Pontefice twitterà per la prima volta mercoledì 12 dicembre nel corso dell’udienza generale che ricade nel giorno della Madonna di Guadalupe.
Secondo quanto reso noto questa mattina, in conferenza stampa, con i suoi primi tweet il Papa adotterà una forma di comunicazione basata sullo scambio di domande e risposte. Le domande, su argomenti legati alla fede, potranno essere indirizzate al Pontefice via Twitter, usando l’hashtag #askpontifex.
Una curiosità: la lingua ufficiale scelta per Twitter dal Papa è l’inglese. L’account principale, infatti è @Pontifex, account in inglese; quello in italiano è @Pontifex_it. Le altre lingue previste per il lancio sono spagnolo, portoghese, tedesco, polacco, arabo e francese.
Nessun following al momento per l’account di Papa Benedetto XVI, se non i canali che il Papa usa per comunicare in tutte le lingue.
A quanto pare, i tweet del Pontefice compariranno on line soprattutto il mercoledì, in occasione delle udienze generali. I suoi tweet – ha spiegato il presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, monsignor Carlo Maria Celli – saranno delle “perle di saggezza” che riprenderanno il cuore delle sue catechesi. Ma, come anticipa una nota vaticana, in futuro i micromessaggi del Papa potrebbero avere una frequenza maggiore.
Il consulente per la comunicazione della Segreteria di Stato, Greg Burke, ha specificato che tutti i tweet saranno parole del Papa e che nessuno metterà parole in bocca al Santo Pontefice, anche se saranno gli uffici della Segreteria di Stato a digitare concretamente al pc i tweet papali.
La rivoluzione digitale del Vaticano non si limita solo a Twitter. Monsignor Celli questa mattina ha anticipato anche che sarebbe in arrivo una app per smartphone dedicata al Papa. L’applicazione, che si chiamerà “The Pope” sarà per iPhone e iPad e verrà sottoposta alla Apple per approvazione la prossima settimana. Dovrebbe essere disponibile su Apple Store entro fine anno.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto