Beppe Grillo “chiama” la Ue: soglia 42% è un colpo di stato

Beppe Grillo “chiama” la Ue: soglia 42% è un colpo di stato

Beppe Grillo (foto) accusa: «Di fronte al colpo di Stato del cambiamento della legge elettorale in corsa e al tetto del 42,5% per il premio di maggioranza per impedire a tavolino la possibile vittoria del M5S e replicare il Monti bis, la Ue tace. Chissà forse ci farà una multa per divieto di sosta a Montecitorio». Nel suo più recente post sul blog, il leader dei cinquestelle ricorda che «la Commissione Europea per la Democrazia attraverso il Diritto ha sancito nel 2003 che “gli elementi fondamentali del diritto elettorale, e in particolare del sistema elettorale, la composizione delle commissioni elettorali e la suddivisione delle circoscrizioni non devono poter essere modificati nell’anno che precede l’elezione, o dovrebbero essere legittimati a livello costituzionale o ad un livello superiore a quello della legge ordinaria». E conclude: «C’è del marcio a Bruxelles. Ci vediamo in Parlamento, sarà un piacere». Il presidente del Senato Renato Schifani assicura che alla fine la legge elettorale si farà, anche perché, rimarca il presidente del Senato, «altrimenti altro che 30%, Grillo arriva all’80%». «Spero che il mio ottimismo in breve si trasformi in certezza. Ci sono dei notevoli margini per pensare che a breve si possa arrivare ad un’ampia intesa tra le forze parlamentari», spiega Schifani, a margine della festa per il 15esimo anniversario della fondazione della “Casa di Andrea”, una struttura che accoglie e assiste i bambini affetti da gravi patologie e le loro famiglie. «Tra i partiti -dice il presidente del Senato- c’è una fase estremamente delicata e costruttiva. I partiti con grande responsabilità stanno facendo in modo che il provvedimento arrivi presto in Aula. I tempi sono brucianti -ha concluso Schifani- ma i partiti se ne stanno facendo carico responsabilmente perché, ad un certo punto, le lancette si dovranno fermare». «Sono al lavoro sulla legge elettorale per i cittadini, ce la sto mettendo tutta, è quello che ci chiedono in tanti. Ce la facciamo, se no Grillo altro che al 30%, va all’80%», ammonisce Schifani.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *