Mar. Giu 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Bolle di sapone tossiche, ricoverati due bimbi, pericolo di contagio

1 min read
Due bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino, dopo aver giocato con una pistola spara-bolle di sapone acquistata presso la catena di negozi Tiger. Dagli esami batteriologici sull’acqua, eseguiti a Torino in una accreditata struttura pubblica, è risultato che l’acqua saponata conteneva una rilevante quantità di batteri patogeni. Il procuratore aggiunto Raffaele Guariniello ha aperto un’inchiesta per violazione del codice del consumo, ma dal prosieguo degli accertamenti non si esclude che emergeranno più gravi violazioni e reati. Le analisi hanno evidenziato, in particolare, colonie pericolose di batteri tra cui anche quello della mozzarella blu. I due fratelli sono stati curati con antibiotico e cortisone, perché con normali farmaci antipiretici la febbre non scendeva. Secondo il pm, che ha segnalato il caso al Ministero della Salute, esiste la possibilità di contagio microbiologico. Il magistrato ha ordinato il sequestro di circa mille pezzi del gioco, in vendita negli scaffali del supermercato dove sono state acquistate le due pistole incriminate.

Due bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino, dopo aver giocato con una pistola spara-bolle di sapone acquistata presso la catena di negozi Tiger. Dagli esami batteriologici sull’acqua, eseguiti a Torino in una accreditata struttura pubblica, è risultato che l’acqua saponata conteneva una rilevante quantità di batteri patogeni.
Il procuratore aggiunto Raffaele Guariniello ha aperto un’inchiesta per violazione del codice del consumo, ma dal prosieguo degli accertamenti non si esclude che emergeranno più gravi violazioni e reati. Le analisi hanno evidenziato, in particolare, colonie pericolose di batteri tra cui anche quello della mozzarella blu. I due fratelli sono stati curati con antibiotico e cortisone, perché con normali farmaci antipiretici la febbre non scendeva. Secondo il pm, che ha segnalato il caso al Ministero della Salute, esiste la possibilità di contagio microbiologico.
Il magistrato ha ordinato il sequestro di circa mille pezzi del gioco, in vendita negli scaffali del supermercato dove sono state acquistate le due pistole incriminate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *