Ven. Ago 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Caccia ai killer dell’uomo assassinato alle spalle

1 min read
Giovanni Guardiglio è stato ucciso in una zona al confine tra Somma Vesuviana e Scisciano

Indagini a tutto campo per risalire agli autori e al movente dell’omicidio di Giovanni Guardiglio, 37enne ucciso nella serata di ieri nel Napoletano, in una zona periferica al confine tra Somma Vesuviana e Scisciano, in via Cupa di Nola. Il cadavere dell’uomo, sottoposto all’obbligo di firma e con diversi precedenti soprattutto per droga, era riverso a terra con un unico colpo di pistola al fianco destro. Guardiglio, originario di via San Sossio a Somma Vesuviana, sarebbe stato ferito mortalmente alla schiena da uno o più sicari nella zona delle case popolari. I carabinieri, che stanno indagando sull’omicidio, non escludono alcuna pista anche se escludono che la vittima possa essere legata a qualche organizzazione camorristica della zona vesuviana. Giovanni Guardiglio, 37 anni, originario di Somma Vesuviana e già noto alle forze dell’ordine è stato colpito dai killer mentre si trovava in sella a una moto guidata da un’altra persona, nel giorno di Santo Stefano. Guardiglio è stato trovato con la schiena sull’asfalto. Inutili i soccorsi giunti sul posto poco dopo l’omicidio. L’uomo, infatti è stato freddato in un punto dove la moto ha rallentato e dove quindi per i sicari è stato facile non fallire il bersaglio. Ancora più inquietante il fatto che Guardiglio è stato colpito alle spalle, quasi certamente da un commando che lo seguiva a distanza e che si è avvicinato appena ne ha avuto la possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *