Calcioscommesse, il Napoli spera in un colpo di “grazia”

Calcioscommesse, il Napoli spera in un colpo di “grazia”

Attesa per domani mattina la sentenza di primo grado per il Napoli nell’ambito del processo al calcioscommesse. «Le indiscrezioni di queste ore non sono affatto lontane dalla realtà» dice l’avvocato Edoardo Chiacchio, legale di Matteo Gianello, riferendosi alle voci della sanzione della Disciplinare che avrebbe aumentato di un punto, rispetto alla richiesta del procuratore Stefano Palazzi, la penalizzazione per il club partenopeo, portandola a due.
«Io sono fatalista e aspetto le sentenze, però dico che i due punti di penalizzazione in questo contesto ci stanno, direi che sarebbero verosimili – spiega ancora Chiacchio. Sempre secondo i rumors Grava e Paolo Cannavaro (nella foto) si vedrebbero inflitti sei mesi di stop e Gianello condannato a tre anni e tre mesi perché non ritenuto collaborativo. Tornando al calcio giocato, invece, solo una trentina di tifosi ha atteso all’esterno di un ristorante del Vomero i calciatori del Napoli che si sono ritrovati oggi per il tradizionale pranzo di Natale con il presidente De Laurentiis e lo staff. I calciatori, non accompagnati dalle loro signore, sono arrivati alla spicciolata subito dopo l’allenamento mattutino che si è svolto a Castel Volturno. A precederli il direttore sportivo Bigon che per primo è giunto al ristorante. Qualche applauso ha scandito l’arrivo di Hamsik e Cavani, mentre Cannavaro è stato accolto da un coro di sostegno per il rischio squalifica legato alla sentenza sul calcioscommesse attesa per domani.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *