Mer. Giu 26th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Caldoro rimasto senza Cosentino “cinguetta” a Berlusconi

1 min read
Il governatore: recuperare è complicato, ma possibile, con Berlusconi e buon governo Regione

20100401_caldoro«Con il caso delle liste in Campania il Pdl avrà perso consenso. Recuperare è ora impresa complicata, ma possibile, con Berlusconi e buon governo Regione». Così il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro su Twitter, anche in risposta a quanto detto nel primo pomeriggio dall’ex sottosegretario Cosentino. L’esponente Pdl ha giustificato la scelta del Pdl di escluderlo dalle liste dei candidati alle politiche, ma non ha tralascitoa di lanciare stoccate ai suoi “avversari” all’interno del partito. Primo fra tutti, il segretario del Popolo delle Libertà, che Cosentino definisce «un perdente di successo», salvo poi affermare che «ho grande stima di Angelino». Subito dopo è la volta di Stefano Caldoro, presidente della Giunta regionale della Campania, alla cui elezione, dopo 10 anni di “bassolinismo”, Cosentino ha contribuito moltissimo, nonostante aspirasse in prima persona alla carica di governatore: «Caldoro non potrà più giocare al “buono e cattivo”, ora tocca a lui gestire la campagna elettorale». E sottolinea, a rimarcare il personale impegno nel 2010, di essere «convinto di aver lasciato una squadra vincente in Campania. Con me coordinatore abbiamo conquistato la regione e quasi tutte le Province, tantissimi Comuni. Ho organizzato un grande consenso intorno all’attuale presidente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *