Caldoro si “sfila” dalle primarie del Pdl: rappresento il Sud

Caldoro si “sfila” dalle primarie del Pdl: rappresento il Sud

Qualcuno lo ha chiamato in causa come candidato alle primarie del Pdl. Ma, a Salerno, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro (nella foto) dice: «In questa partita non mi vedo». «Ho un’opinione molto simile a quella di Alfano- ha spiegato- questa non può essere l’occasione per autocandidature e protagonismi, di questo non ne abbiamo bisogno». «In questa partita non mi vedo – ha aggiunto- cosa diversa per la quale sono candidato sempre è quella di rappresentare le ragioni di un Sud nuovo, che vuole cambiare, orgoglioso della propria forza e potenzialità». «Credo di poter rappresentare benissimo queste ragioni anche come presidente di Regione», ha concluso. Pertanto la partita che non interessa al presidente della Regione Caldoro, in merito alle primarie del Pdl, «è quella del personalismo e della autocandidature». «Sono più interessato alle ragioni del Sud. E’ questa la voce da far sentire», ha aggiunto. Il governatore della Campania ha anche replicato a chi lo accusa, e accusa la Regione tutta, di sprecare i fondi europei, senza spenderli. Per il presidente «non è vero», che il Sud non riesce spendere i fondi europei. «I dati stanno dimostrando che è più in ritardo il Governo su molte misure che non il Sud – ha detto a margine dell’assemblea degli industriali a Salerno – il Sud ha fatto straordinari passi avanti in questi ultimi dei anni, abbiamo avuto performance in tutte le regioni migliori del governo nazionale, questi sono i dati pubblicati anche da Confindustria qualche giorno e che hanno dimostrato che la Campania ha avuto la migliore performance in questi ultimi due anni». «Più di questo non possiamo fare – ha aggiunto – perché abbiamo i limiti di spesa, quindi se non ci tolgono i limiti di spesa la risposta può essere violo il patto di stabilità, la Puglia ha deciso di farlo con una propria delibera, ci sono sanzioni dure sappiamo cosa successe in Campania». «Siamo arrivati al punto di dire che bisogna violare la legge per spendere le risorse comunitarie – ha concluso – o forse bisogna ragionare con l’Europa e con il Governo che la spesa comunitaria non può rientrare nei limiti del Patto di stabilità?».

Trovata del giorno: Nappi candida Caldoro a successore di Berlusconi

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *