Camorra e racket, arrestati venti affiliati dei Casalesi

Camorra e racket, arrestati venti affiliati dei Casalesi

I carabinieri di Aversa (Caserta) hanno arrestato venti persone ritenute appartenenti alla fazione Schiavone del clan dei Casalesi, accusate di estorsione nei confronti di imprenditori ed esercenti dell’agro aversano. Gli arresti sono stati eseguiti tra la Campania e il Lazio. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, è stato scoperta anche un’attività di riciclaggio del “pizzo”, realizzata attraverso un traffico di autovetture rubate che ha visto secondo le accuse anche il coinvolgimento di imprenditori romani. Le auto rubate venivano rimesse in circolazione sui circuiti nazionali ed esteri dopo la modifica dei numeri di matricola e la falsificazione dei documenti e delle targhe, per farle risultare provenienti dalla Germania. I venti arrestati sono accusati anche di associazione mafiosa, possesso di armi e di riciclaggio di auto di grossa cilindrata.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *