Cancellate le garanzie per gli esodati, è battaglia

Cancellate le garanzie per gli esodati, è battaglia

La Commissione Bilancio della Camera ha dichiarato inamissibili gli emendamenti alla legge di stabilità sugli esodati. Lo annuncia, in una nota, Giuliano Cazzola, deputato del Pdl. «La Commissione Bilancio della Camera – spiega – ha dichiarato inammissibili due emendamenti alla legge di stabilità a mia prima firma: uno riguardante la ricongiunzione contributiva onerosa; l’altro concernente l’estensione delle salvaguardie ad altre categorie di esodati ora escluse (la stessa sorte è toccata all’emendamento sulla medesima materia votato dalla Commissione Lavoro). Naturalmente ho presentato ricorso, ma confido che i due relatori (colleghi di grande valore) sappiano indicare ogni possibile misura correttiva degli errori compiuti in proposito, negoziando con il governo (come si sarebbe dovuto fare fin dall’inizio di questa complessa vicenda). Mi auguro, almeno, che quest’ultimo episodio metta ulteriormente in evidenza la disonestà di quanti, in tutti questi mesi, hanno attribuito al Pdl e in particolare al sottoscritto, la colpa per la mancata soluzione dei loro problemi. E che i vari comitati imparino a distinguere tra le facili promesse e il senso di responsabilità». «La battaglia continua perché nella legge di stabilità è necessario trovare una soluzione alla questione esodati». Lo ha dichiarato Cesare Damiano, capogruppo del Pd in commissione Lavoro, dopo che la commissione Bilancio ha bocciato gli emendamenti alla legge di stabilità sull’allargamento della platea degli esodati tutelati messi a punto proprio dalla commissione lavoro. «E’ necessario ora un confronto con i relatori e il Governo, è sempre impossibile trovare le coperture», ha aggiunto Damiano, il quale ha poi sottolineati che «pur avendo individuato con un lavoro certosino tutte le famiglie toccate dal problema, non tutte hanno accanto un numero», anche perché «è il ministero del Lavoro né l’Inps conoscono quanti accordi di mobilità territoriale siano stati siglati al 31 dicembre dello scorso anno».

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *