Lun. Ago 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Capodanno tranquillo, una tonnellata di botti sequestrata

2 min read
Quattro persone sono state arrestate e altre 18 sono state denunciate in stato di libertà

Oltre una tonnellata di botti proibiti è stata sequestrata nel corso di diverse operazioni dai carabinieri del Comando provinciale di Napoli. Quattro persone sono state arrestate e altre 18 sono state denunciate in stato di libertà. A Ponticelli, quartiere periferico di Napoli, in via Camillo De Meis i carabinieri hanno arrestato un uomo di 28 anni titolare di una rivendita di frutta e verdura all’interno della quale hanno sequestrato oltre 200 chili di botti illegali. A Monteruscello, nell’area flegrea i militari hanno denunciato un uomo di 57 anni e un altro di 24 mentre stavano vendendo botti proibiti. Complessivamente sono stati sequestrati circa 120 chili di fuochi. A Sant’Antimo, nel napoletano, sono state denunciate 8 persone sorprese mentre stavano vendendo botti di genere proibito. Complessivamente i militari hanno sequestrato un quintale di fuochi. Altre 3 persone sono state denunciate ad Afragola, comune a nord di Napoli mentre separatamente stavano vendendo botti proibiti per un totale di 210 chili. A Nola un’altra persona è stata denunciata, alla quale i militari hanno sequestrato 45 chili di botti illegali. A Marigliano i carabinieri hanno denunciato un uomo di 35 anni mentre cercava di vendere botti proibiti.
I carabinieri gli hanno sequestrato 310 chili di fuochi. Un uomo di 59 anni è stato denunciato a san Sebastiano al Vesuvio. In casa nascondeva 2 chili di botti proibiti ad alto potenziale. A Torre del Greco due giovani, uno dei quali minorenne, sono stati arrestati. Stavano percorrendo via Litoranea a bordo di un’auto all’interno della quale sono stati sequestrati 4 chili di botti ad alto potenziale. Un altro minore è stato trovato in possesso di di un altro chilo e mezzo di botti proibiti ad alto potenziale: denunciato. A San Giorgio a Cremano un uomo di 47 anni è stato arrestato in quanto trovato in possesso di 4 chili di botti proibiti. Un giovane di 30 anni è stato denunciato a Gragnano in quanto trovato in possesso di 40 chili di botti. Stessa sorte per un uomo di 43 anni denunciato a Castellammare di Stabia in quanto trovato in possesso di 12 chili di botti illegali. Con i carabinieri del Comando provinciale di Napoli e le varie compagnie hanno operato anche gli artificieri antisabotaggio. Tutto il materiale sequestrato è stato distrutto. I 4 arrestati sono stati condotti nelle rispettive abitazioni agli arresti domiciliari mentre il minore è stato condotto al centro di prima accoglienza per minori ai Colli Aminei a Napoli. I carabinieri hanno annunciato che i controlli saranno intensificati nei prossimi giorni allo scopo di evitare una diffusa distribuzione di materiale esplodente che potrebbe mettere a rischio al vita delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *