Caro Clooney, benvenuto al Sud: per te c’è Palazzo Belmonte

Caro Clooney, benvenuto al Sud: per te c’è Palazzo Belmonte
di Silvia Siniscalchi

L’attore hollywoodiano Gerge Clooney (foto) sarebbe intento a comprare casa a Salerno: la rivelazione arriva in considerazione del “giro di ville” che è in atto per le star di Hollywood in Italia. Tom Cruise, già interessato al Castello dei Leoni di Deruta, in provincia di Perugia, avrebbe dirottato la propria attenzione su Villa Oleandra, ovvero “casa Clooney”, sul Lago di Como. A rivelare l’indiscrezione è il Giornale dell’Umbria. L’acquisto da parte della star di Top Gun – fresco di separazione da Katie Holmes – sarebbe determinato dal trasferimento più a sud di George, in provincia di Salerno, dove starebbe cercando un nuovo “buen retiro” tra la città capoluogo e le coste del Cilento. Per il Giornale dell’Umbria l’ex medico di Er avrebbe puntato addirittura il Castello di Arechi, che domina il Golfo della città di Salerno. Un’ipotesi non percorribile, anche perché bene demaniale di proprietà della Provincia di Salerno. Clooney sarebbe invece interessato ad una splendida villa, dal colore bianco, proprio alla base dell’antico maniero che domina la città ed il golfo di Salerno, i cui lavori di restauro ancora non sono stati ultimati. La splendida abitazione, che gode di un panorama fantastico, è di proprietà di un noto dentista salernitano che abita nel quartiere di Sala Abbagnano a Salerno. Ma in alternativa a questa villa restano in ballo altre località del territorio, nel Cilento (Cicerale, Scario, Agropoli, alcuni dei posti chiacchierati). L’attore premio Oscar, però, sarebbe pronto a scegliere, invece, una storica residenza nel Comune di Castellabate.
A quanto pare Clooney potrebbe essere interessato ad una tra il Palazzo Belmonte a Castellabate e la tenuta Granito a Punta Licosa sempre nel comune di Castellabate, entrambe di proprietà del Principe Granito di Belmonte, ed oggetto in passato anche di una controversia con la famiglia De Agostini. Forse la star di Hollywood è rimasto affascinato anche lui dal film “Benvenuti al Sud” o forse ha chiesto consiglio al vice presidente degli Usa Joe Biden, che due anni fa è stato ospite proprio in una delle due residenze. Il palazzo Belmonte è una struttura nobiliare del 1733 situata a Santa Maria, dove risiedono i principi Granito Pignatelli di Belmonte. Nato come casino di caccia secondo lo stile degli architetti spagnoli al servizio dei Borbone di Napoli, all’interno del palazzo è presente la “galleria degli antenati”, dove sono contenuti i busti dei più illustri esponenti del casato, che comprende papa Innocenzo XII, San Giuseppe Pignatelli e il cardinale Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte. Nella “bacheca delle pergamene” è esposta una pelle di agnello con le firme dei sovrani di Spagna. All’interno della “sala delle armi” sono presenti una serie di trofei di caccia, archibugi, spade e un’armatura da samurai del Quattrocento, dono del governo giapponese. La biblioteca conta circa duemila volumi rari. Una parte dell’edificio ospita, appunto, 18 appartamenti utilizzati come alloggio per turisti. Nel cortile rettangolare del palazzo vi è posto un cannone su due ruote, segnato dallo stemma borbonico, del 1780. Un parco di cinque acri, adiacente alla spiaggia del Pozzillo e ricco di diverse specie di piante, circonda interamente il palazzo. Nel 2002 palazzo Belmonte e la spiaggia del Pozzillo hanno fatto da sfondo al Calendario Pirelli 2003.
Il palazzo Granito, costruito nella prima metà del Settecento da Parise Granito, con la cappella adiacente di Santa Maria del Soccorso si affaccia sul piccolo porticciolo di punta Licosa. È un casino di caccia della famiglia Granito e rappresentava uno dei soggiorni del re Carlo di Borbone, appassionato di caccia e di pesca ed amico della famiglia.

Silvia Siniscalchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *