Caso Cosentino-Casalesi: prosciolto Santocchio, commissario Cstp

Caso Cosentino-Casalesi: prosciolto Santocchio, commissario Cstp

Mario Santocchio, ex presidente e commissario per il Cstp, è stato prosciolto oggi dall’accusa di concorso in falso bancario. L’esponente politico Pdl, secondo il giudice, non ha commesso il fatto. L’accusa lo vedeva indagato nell’inchiesta ‘Il principe e la scheda ballerina’ sul clan dei Casalesi e i rapporti con i politici del Pdl. Sempre secondo l’accusa il cognato di Santocchio, Cristofaro Zara era il funzionario dell’Unicredit che aveva concesso all’ingegnere Nicola Di Caterino, un finanziamento di 5 milioni e mezzo di euro per la realizzazione del centro commerciale ‘Il Principe’ a Casal di Principe, nel 2007. Mario Santocchio, ex assessore del Comune di Scafati e aspirante candidato alle Regionali, sarebbe stato il tramite tra Nicola Cosentino, Luigi Cesaro e l’ingegnere Di Caterino con il funzionario di banca e cognato per ottenere quel finanziamento basato su una fideijussione completamente fasulla. Accusa che però il giudice per le udienze preliminari ha completamento ribaltato, prosciogliendo Santocchio per non aver commesso il fatto. Nell’inchiesta risultava che l’ex presidente Cstp aveva agevolato il contatto tra Cosentino ed il cognato per ottenere prima una candidatura alle elezioni politiche del 2008 e poi regionali del 2010. Il Gup di Napoli Eduardo De Gregorio, inoltre, ha rinviato a Giudizio l’ex sottosegretario ed ex coordinatore regionale del Pdl della Campania, Nicola Cosentino, accogliendo la richiesta dei pm Ardituro e Woodcock. Le accuse sono quelle di corruzione e reimpiego di capitali illeciti, reati aggravati per aver agito in favore di un clan camorristico.
Sono complessivamente 22 gli imputati per i quali il gup ha disposto il rinvio a giudizio; 44 hanno scelto invece il rito abbreviato nell’ambito dell’altro filone del processo, in cui non è tuttavia chiamato in causa il parlamentare Pdl, che fa riferimento a brogli durante le elezioni del 2010 in cui sarebbe stato attuato il sistema della “scheda ballerina”.
Oltre a Mario Santocchio l’altro imputato prosciolto è Francesco Cavalieri.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *