Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Cavani agguanta la Juve ma la stella del giorno è Miccoli

2 min read
La rete su rigore di Cavani consente all'attaccante di confermarsi capocannoniere del torneo e porta il Napoli in vetta alla classifica, a pari punti con la Juventus

Foto: gqitalia.it

Foto: gqitalia.it

Cavani è l’uomo anti-Juve. Basta un rigore dell’attaccante azzurro per cominciare a sognare seriamente e per constatare che il Napoli di Mazzarri, classifica alla mano, è la squadra che darà non poco filo da torcere alla Signora del calcio italiano. La rete su rigore di Cavani consente all’attaccante di confermarsi capocannoniere del torneo e porta il Napoli in vetta alla classifica, a pari punti con la Juventus.
Gli azzurri soffrono nella prima parte della gara; Mazzarri viene espulso per proteste, ma la squadra non perde la calma e Hamsik a metà ripresa si procura un rigore, con conseguente espulsione di Gastaldello, che Cavani realizza con notevole freddezza.
La Juventus e il Napoli tentano la prima fuga di questa stagione, lasciandosi dietro la Lazio che è ora a quattro punti.
Anche se il tecnico del Napoli aveva volato basso alla vigilia della gara contro la Sampdoria, ricordando che è ancora troppo presto per dire chi affiancherà i bianconeri nella volata scudetto, a Marassi, nel difficile confronto con la Sampdoria di Ciro Ferrara, la squadra campana torna a casa con tre punti importantissimi che determinano vittoria in trasferta e aggancio in classifica alla Vecchia Signora.
Una serie di ingredienti che bastano – nell’ambiente sportivo napoletano – per fare festa in un turno di campionato in cui non sono mancati i gol.
In attesa del posticipo Inter-Fiorentina di questa sera, sono 29 le reti della sesta giornata di campionato.
Goleada per Torino, Palermo e Bologna. I granata stendono l’Atalanta con un 5-1; il Palermo in casa vince 4-1 sul Chievo con tripletta di Miccoli; il Bologna domina sul Catania con un secco 4-0 (doppietta di Gilardino).
Riprende la corsa anche la Lazio, che vince per due a zero con il Siena e si attesta al secondo posto in classifica alle spalle delle capoliste Juve e Napoli.
Domenica amara per il Cagliari che in casa contro il Pescara perde 2-1; una sconfitta che fa tremare la panchina di Ficcadenti.
Pranzo tranquillo con l’anticipo tra Udinese e Genoa, gara alla camomilla terminata con il classico risultato ad occhiali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *