Cenone stile austerity, costerà meno del pieno di benzina

Cenone stile austerity, costerà meno del pieno di benzina

Il cenone di fine anno costerà meno di un pieno di benzina. Sono i dati diffusi dalla Cia, la Confederazione Italiana Agricoltori: 80 euro circa di pieno di benzina contro i 70 di un cenone con prodotti di qualità.
La stima della Cia evidenzia come sul finire degli anni Novanta un buon veglione potesse costare almeno il doppio di quanto si spendeva per un pieno di benzina alla macchina.
Si tratta – evidenziano dalla Cia – di un trend inquietante che «fotografa fedelmente ciò che sta accadendo nei campi: prezzi stabilmente bassi per le derrate alimentari e costi per produrre arrivati alle stelle».
Secondo la Cia, festeggiare al Sud costerà di meno: i prezzi medi di cenoni e veglioni sono più bassi del 10/15%. Inoltre, scende di anno in anno, la percentuale degli italiani che chiedono nel menù specialità estere come il caviale.
Tra le principali scelte degli italiani restano ai primi posti gli agriturismi.
Secondo quanto emerge dai dati diffusi oggi, saranno oltre 500 mila gli italiani che alla fine delle festività, befana compresa, avranno consumato un pasto e trascorso almeno due notti in un agriturismo. Un monitoraggio della confederazione segnala come, in particolare negli agriturismi, l’offerta per il cenone dell’ultimo giorno dell’anno sia contenuta tra i 50 e i 100 euro a persona.
Molto utilizzato, secondo la Cia, sarà il tartufo, così come gli insaccati artigianali di eccellenza, dai lardi, ai salami, ai culatelli per arrivare alla cacciagione e il pollame, oltre ai classici zamponi e cotechini. Immancabili le lenticchie, proposte in migliaia di ricette diverse dal nord al sud, e i vini che scorreranno a fiumi.
Nelle altre tipologie di esercizi, ristoranti, alberghi e strutture diverse, i prezzi risultano leggermente superiori rispetto agli agriturismi ma sempre contenuti e con un’offerta di ottimo livello nel rapporto qualità/spesa.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *