Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Cocaina: arrestato direttore delle Poste del Senato

Cocaina: arrestato direttore delle Poste del Senato

Cocaina: arrestato direttore delle Poste del Senato

Il direttore dell’ufficio delle Poste del Senato è stato arrestato dai carabinieri per spaccio di cocaina. L’uomo è ritenuto il braccio destro di un boss albanese che gestiva i pusher nella parte sud dell’hinterland di Roma.
Orlando Ranaldi (foto), di 53 anni originario di Olevano Romano, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Valmontone nell’ambito di un’operazione anti-droga nell’hinterland sud della Capitale: con lui in manette altre nove persone tra italiani e albanesi. Tra le persone finite in manette ci sono anche un vigile urbano del Comune di Valmontone, Stefano Gallo, e un autista della Cotral, Alessandro Mele. Il dirigente dell’ufficio postale del Senato arrestato per spaccio, secondo le accuse, ritirava la droga con altri complici a Roma rifornendosi da un boss albanese. Poi la vendeva nell’hinterland per conto dell’organizzazione. E’ quanto emerso dall’operazione dei carabinieri di Valmontone, che ha messo in luce un’alleanza italo-albanese per il rifornimento e lo spaccio di cocaina nel territorio della provincia a sud della Capitale. A seguito dell’operazione, che ha portato complessivamente all’arresto di tre cittadini albanesi e sette italiani, sei persone sono finite in carcere e quattro agli arresti domiciliari. Sono tuttora in corso decine di perquisizioni nei confronti di altre persone, possibili complici della banda. Durante l’attività di indagine, che è durata circa sette mesi erano state arrestate diverse persone in flagranza di reato e sequestrate centinaia di dosi di cocaina. Stupore e incredulità queste le prime reazioni dei senatori che hanno appreso la notizia dell’arresto del direttore delle Poste del Senato per spaccio di stupefacenti. «Siamo esterrefatti anche se non è un dipendente del Senato ma è stato mandato dalle Poste a lavorare qui». Questo è il commento del questore Paolo Franco della Lega Nord mentre un altro questore Benedetto Adragna del Pd si limita a dire «ho preso visione». Analoga reazione da parte del vice segretario generale del Senato Nicola Benedizione avvicinato dai giornalisti mentre usciva dalla buvette. Più loquace il capogruppo dell’Idv, Felice Belisario: spero almeno che non abbia spacciato all’interno del Senato». Il senatore di Coesione nazionale Giuseppe Menardi dopo aver mostrato incredulita’ allargando le braccia commenta: «Ogni giorno peggio, ditemi una cosa assurda e domani si avvererà».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1291

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto