Mar. Lug 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

“Colti…cucinati e mangiati”, giornalisti ai fornelli a Salerno

3 min read
Lunedì la manifestazione organizzata dalla Coldiretti: 11 cronisti ai fornelli per una insolita gara di cucina
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
Undici giornalisti, affiancati da noti chef del territorio salernitano, in una location “tipica” per dare spazio ad una gara tra i fornelli. E’ un appuntamento ‘gustoso’ quello ideato e voluto dalla Coldiretti di Salerno, diretta da Salvatore Loffreda per i giornalisti amanti della buona cucina, organizzato nell’ambito del progetto “Cṓlti e Mangiati”. promosso dalla Camera di Commercio in partnership con la Coldiretti di Salerno.
La sfida è in programma per la serata di lunedì 12 novembre: giornalisti, uomini e donne in rappresentanza delle testate giornalistiche locali, abbandoneranno penne, block-notes e microfoni, e utilizzeranno esclusivamente pentole, mestoli e fornelli per aggiudicarsi il titolo di Chef “COLTI… CUCINATI e MANGIATI”.
Sarà la storica cucina di casa “Natella” in via Duomo a Salerno, messa affettuosamente a disposizione dal maestro Peppe Natella, la location per sbizzarrirsi a preparare piatti tipici della cucina mediterranea rielaborati perché no in modo innovativo.
Undici i giornalisti chef che si sfideranno a colpi di cucchiaio dando vita a primi piatti, secondi e dolci ispirati al nostro territorio utilizzando prodotti tipici a km zero.
Antonella Petitti (Rosmarino News) cucinerà il “Pancotto con uova e zucchine su un letto di fagioli di Controne”; Antonella D’Annibale (Telecolore) si dedicherà alla preparazione del “Risotto al Radicchio con Note Salernitane”; dolci tradizioni, invece, per Barbara Albero (Tv Oggi) che preparerà una “Pastiera al cioccolato circondata da Crespelle alle Nocciole di Giffoni”; ed ancora per la giornalista Elena Liguori “Paccheri zucca e salsiccia”, mentre per Enzo Landolfi (Lira Tv) “Patan’ Cunzat’”. Ancora ai fornelli Giancarlo Frasca ( Telecolore) alla preparazione delle “Orecchiette alla Contadina”; “Risotto alla mela annurca” invece per Giovanna Fasanino (Il Mattino) e “Torta Al Succo Di Limone Di Amalfi” per Michela Giordano (Il Mattino). Ad elaborare la “Parmigiana bianca al pesto” sarà Monica Di Mauro (Tv Oggi), mentre toccherà a Peppe Iannicelli (Canale 21) preparare la sua “Pasta Sotto I Baffi”; Tommaso Siani (La Città) realizzerà una “Minestra con fagioli tabacchino, scarola e pezzentella”.
Gli undici chef per un giorno saranno affiancati durante la preparazione da altrettanti chef professionisti che interverranno solo per dare qualche dritta
e per impiattare le pietanze. Spetterà poi al severo giudizio di una giuria d’eccezione presieduta da autorità locali decretare il vincitore assoluto
della gara Chef “COLTI… CUCINATI e MANGIATI”. Questa volta non saranno intervistati ma spetterà loro prendere la penna e segnare una votazione valutando non
solo il gusto ma anche la presentazione e l’originalità del piatto.
Al tavolo dei giurati ci saranno le massime autorità della città di Salerno, il Medico di Diabetologia e consigliere comunale di Salerno Paky Memoli, il Presidente di Coldiretti Salerno Pietro Caggiano, il Direttore Coldiretti Salerno Salvatore Loffreda, il presidente nazionale di Coldiretti Giovani Impresa Vittorio Sangiorgio, l’artista Mario Carotenuto, il Presidente Camera di Commercio Salerno Guido Arzano.
Il progetto “Cṓlti e Mangiati” non a caso punta l’attenzione sulla parola “Colti”, intesa sia come “cultura” dei prodotti sani e di qualità che di grande freschezza provenendo dal proprio territorio appena “colti” appunto. Lo ha precisato il direttore della Coldiretti di Salerno Salvatore Loffreda che
ha fortemente voluto l’organizzazione di questa iniziativa che si inserisce in un più ampio progetto dedicato ad uno stile di vita più salubre ed attento alle produzioni del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *