Home
Tu sei qui: Home » Selce & silicio » Comune assume giornalista ma solo se a titolo gratuito

Comune assume giornalista ma solo se a titolo gratuito

Comune assume giornalista ma solo se a titolo gratuito

foto_giornalismoGiornalisti per passione. Anche gratis. Lo sa bene chiunque si sia anche solo affacciato nel mondo dell’informazione, quando all’aspirante giornalista che anela arrivare all’agognato tesserino vengono proposte tante collaborazioni non retribuite. Ma evidentemente il fenomeno si sta allargando a macchia d’olio sia ai direttori delle testate giornalistiche sia agli enti pubblici.
Il comune di San Marzano sul Sarno, nel salernitano, nei giorni scorsi ha pubblicato un bando di concorso per la selezione di un giornalista – regolarmente iscritto all’Ordine – che possa diventare direttore del nuovo periodico comunale. I requisiti? Vari. A patto, però, che l’incarico esterno di direttore responsabile del periodico “San Marzano Informa” sia a titolo gratuito.
L’avviso è presente in bella mostra come prima notizia sul sito del comune salernitano: “Manifestazione di interesse per la direzione del periodico ‘San Marzano informa’”.
Il bando tiene presente una serie di leggi che regolamentano il mondo dell’informazione, a partire dalla legge n.47/1948 per la figura del direttore responsabile, passando per la legge istitutiva dell’Ordine sul possesso dei requisiti professionali per dirigere una testata giornalistica, fino alla legge 150/2000 che regolamenta le attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni. L’incarico è gratuito – si legge tra le righe: “… Ritenuto necessario avviare una procedura di acquisizione delle disponibilità per l’affidamento dell’incarico esterno di collaborazione gratuita di Direttore Responsabile del periodico comunale…”.
Immediata la replica dell’Ordine dei giornalisti, con una lettera del presidente Iacopino che – sollecitato da Salvatore Campitiello, presidente della locale Assostampa – ha chiesto con una missiva l’immediata revoca del bando.
«Facciamo presente – ha scritto il presidente del Consiglio dell’Ordine, che ha invitato l’Ordine della Campania a vigilare sulla questione – che l’attività giornalistica prestata sotto forma di direzione responsabile non può svolgersi a titolo gratuito, attesi altresì gli obblighi di natura contributiva e assicurativa da esso derivanti. Invitiamo, pertanto, codesto Comune a ritirare il bando in parola».

(b. r.)

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Commenti (1)

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto