Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » Concorso scuola, docenti non abilitati in piazza: discriminati

Concorso scuola, docenti non abilitati in piazza: discriminati

Concorso scuola, docenti non abilitati in piazza: discriminati

Una manifestazione a Piazza Montecitorio per perorare la causa dei docenti non abilitati con 360 giorni di servizio. L’idea è delle amministratrici del gruppo Facebook “Docenti non abilitati con 360 giorni di servizio”, Patrizia Caira, Raffaella Diana, Daniela Gardiol, Paola Ciampa e Arianna Formato.
Il 26 settembre, in orario pomeridiano ancora da definire, è stata organizzata a Roma, in Piazza Montecitorio, una manifestazione che si propone di perorare varie istanze, tra cui: l’attivazione dei Tfa speciali per docenti con servizio, ivi compresi i settori scientifici-disciplinari non contemplati dai Tfa ordinari, gli Itp e i docenti della primaria; l’accettazione del requisito di 360 giorni di servizio cumulativi a partire dall’ultimo corso abilitante sino al termine dei Tfa ordinari; l’accesso al concorso per i docenti con requisiti validi per i Tfa speciali.
Alla manifestazione sono invitati a partecipare tutti i docenti non abilitati con servizio.
«La richiesta di 360 giorni cumulativi – spiegano le responsabili del gruppo – evolve dall’osservazione di quanto effettuato dal Miur dagli anni Settanta fino al 2004. La rivendicazione dei giorni cumulativi nasce altresì dalla consapevolezza che talvolta alcuni ordini di scuola stipulano addirittura contratti giornalieri con i docenti. Le scarse finanze delle istituzioni scolastiche – continuano – fanno prospettare contratti interrotti per i supplenti in concomitanza con le festivitĂ  natalizie o pasquali, pur senza determinare una effettiva interruzione della continuitĂ  didattica».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 727

Commenti (9)

  • Raffaella Formiglio

    Invece di bandire nuovi inutili concorsi sarebbe stato piĂą sensato blindare le gradutorie, anche quelle di III fascia e permettere di ottenere l’abilitazione a chi vi è inserito in modo da stabilizzare tutti i precari !! Così si va allo sfacelo piĂą totale!! E’ vergognoso tutto ciò, si rischiano di buttare via anni di lavoro per decisioni folli

    Rispondi
    • riziero

      Dopo 10 anni d’insegnamento, dopo che ho valutato “idonei e non” migliaia di studenti, ora il Governo vuole resettare tutto??? a questi ricatti non cedo, spero che neanche voi vi piegate a queste stupidagini proposte dal Governo. In questi anni abbiamo acquisito lo stato di FATTO…abbiamo firmato numerosi contratti con l’amministrazione pubblica riconoscendoci idonei all’insegnamento, quindi siamo idonei a continuare a insegnare senza pseudo concorsi o pseudo TFA. Questo è il succo.

      Rispondi
  • Margherita Stimolo

    Non chiediamo altro che non sia stato dato ai nostri colleghi precedenti. Ne piĂą ne meno! Se andava bene per tutti prima ora perchĂ© no? Basta prenderci in giro e che rispettino chi come noi copre…i buchi lavorativi degli abilitati che non vogliono alzare il…c..lo accettando posti scomodi in localitĂ  difficili!!!

    Rispondi
  • fabio

    invece di chiedere e chiedere fate i test senza paura. NO ai tfa speciali questa è una sanatoria, un condono. e noi che abbiamo fatto il test siamo scemi? invece di chiedere scorciatoie studiate e fate i test, siete stati chiamati dalle graduatorie interne in modo meccanico. fare il test e meritocrazia.

    Rispondi
  • floriana

    E’ incredibile! pensano di risolvere il “problema insegnanti” con questo concorso! Benissimo! E noi 360isti chi siamo?…. Ma lo vogliono capire che saremo per loro una spina nel fianco?… Intanto ci tolgono la dignitĂ  e calpestano ( come fanno sempre) i diritti che sono costituzionali!….Italia sì… Italia no!

    Rispondi
  • Frank Cix

    NO al concorso! SI alla stabilizzazione dei precari che da decenni, chi con abilitazione e chi senza, presta servizio per lo STATO! se siamo in Europa, dobbiamo esserlo in tutto e per tutto! si alla stabilizzazione dopo 3 anni di servizio! VERGOGNA!

    Rispondi
  • Raffaella

    Basta con le discriminazioni! Abbiamo diritto al riconoscimento dell’esperienza acquisita sul campo ed anche a partecipare al concorso. Per quale motivo dovremmo continuare a subire le ingiustizie di un sistema che fa acqua da tutte le parti? Uniamo le forze e partecipiamo tutti alla manifestazione del 26 a Roma!

    Rispondi
  • Daniela Gardiol

    Auspichiamo una massiccia adesione da parte di tutti i colleghi 360isti, è di fondamentale importanza partecipare alla suddetta Manifestazione per dare voce corale ai nostri diritti. Affinché in tempi brevi siano accolte le nostre istanze secondo ragionevolezza ed equità con criteri che possano quindi valorizzare e riconoscere il servizio che da anni prestiamo nella Scuola pubblica e paritaria di ogni ordine e grado, vi aspettiamo numerosissimi mercoledì 26 settembre in orario pomeridiano a Roma, Piazza Montecitorio. La rivoluzione gentile scandita dagli UP/HOP delle Amministratrici è iniziata.

    Rispondi
  • Paolo martena

    Che vergogna che chi ricopre un posto da 7 anni, cm me, non possa partecipare ad un concorso per essere stabilizzato…questo Paese calpesta i diritti dei lavoratori e mi fa schifo!

    Rispondi

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto