Corte Europea: risarcire i detenuti umiliati in piccole celle

Corte Europea: risarcire i detenuti umiliati in piccole celle

La situazione di degrado delle carceri italiane non è soltanto un’offesa alla civiltà di un popolo ma costituisce una vera e propria lesione dei diritti umani.
La Corte Europea dei diritti umani di Strasburgo ha condannato il nostro Paese “per trattamento inumano e degradante” di 7 carcerati detenuti nel carcere di Busto Arsizio e in quello di Piacenza. I detenuti saranno risarciti dall’Italia per un totale di 100mila euro, così come disposto dalla stessa Corte. Il presidente della Repubblica ha chiarito che la Corte “ha ribadito le raccomandazioni venute dal Consiglio d’Europa affinché gli Stati prevedano adeguate misure alternative alla detenzione, riducendo il ricorso alla carcerazione. In questa direzione, prima dello scioglimento delle Camere, il Parlamento avrebbe potuto assumere decisioni e non lo ha fatto”.
La Corte europea ha ritenuto strutturale il sovraffollamento carcerario in Italia. Il problema infatti non riguarda soltanto i sette ricorrenti, ma un numero rilevante di detenuti. Cinquecentocinquanta reclusi hanno motivato alla Corte europea di vivere in meno di tre metri quadri.

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *