Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Così la camorra si fa la tredicesima con il pizzo ai commercianti

Così la camorra si fa la tredicesima con il pizzo ai commercianti

Così la camorra si fa la tredicesima con il pizzo ai commercianti

Cresce l’allarme per il «pizzo di Natale» a Castellammare e in tutta la zona dei monti Lattari. Segnali ce ne sono stati già da qualche settimana e, in prossimità delle festività natalizie, sono partite le indagini delle forze dell’ordine, per individuare i nuovi esattori della camorra. Il tariffario di dicembre sarebbe maggiorato di almeno il 20 per cento rispetto agli altri mesi dell’anno. La nuova “tassa” del racket oscillerebbe tra i 300 e i 500 euro in più per i piccoli negozi. Per una boutique elegante o, comunque, un negozio situato nel centro storico, il prezzo salirebbe a mille euro e a volte anche di più. Si tratterebbe di un classico “regalo di Natale”, una vera e propria “tredicesima” natalizia, versata dai commercianti, vittime di turno, nelle casse dei clan camorristici attivi sul territorio e, in particolare, dei D’Alessandro. Come al solito si tratta di soldi versati in cambio dell’offerta di “protezione” da una serie di intimidazioni che, in realtà, spesso è lo stesso proponente a mettere in atto.
Ma non sarebbero solo i negozi a doversi preoccupare delle conseguenze delle richieste estorsive. Anche chi installa una bancarella al mercato o ad una fiera, infatti, può incorrere in un emissario della malavita pronto a spillargli soldi. Pure in quel caso la tariffa è fissa e arriva fino a 50 euro, per la semplice installazione dello stand coi prodotti da vendere. In questo caso però non verrebbe rispettata la ritualità delle tre supertasse (Natale, Pasqua e Ferragosto), in vigore invece per i commercianti. E l’allarme per il pizzo di Natale non sarebbe limitato alla sola Castellammare. Nuove segnalazioni anonime, infatti, sono giunte anche da Gragnano, Pimonte e Agerola, dove sarebbe ripresa l’attività estorsiva perpetrata dal cosiddetto clan «dei pimontesi», alleato dei D’Alessandro.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1291

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto