Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » MummyBook » Crescete e moltiplicatevi!

Crescete e moltiplicatevi!

Crescete e moltiplicatevi!
di Nicoletta Tancredi

donna-in-forma– Le prendo la taglia più piccola!
Queste parole suonano dolci, come un “ti amo” sussurrato durante una cena a lume di candela. In un ristorantino in riva al mare. Al soffio di una leggera brezza.
– Grazie! – rispondo sorridente che pare che abbia il doppio dei denti di Ken.
Oh! Oggi inizia l’era della gonna principe di Galles, plissettata, su stivali neri tacco sette. Addio abiti premaman! Al rogo leggins firmati “meno nove”, calze riposanti, scarpe basse. E bentornata mia carissima vecchia taglia! Certo addio anche a un decolté più nutrito, ma anche ai reggiseno con “saracinesca” per l’allattamento. Che è quanto dire.
Mi sento in estasi di appagamento. Bella, bellissima! La differenza tra Claudia Schiffer in passerella e me? Ora come ora, la passerella! Nient’altro! Sono presa in tutti questi pensieri di piena soddisfazione, quando arriva la commessa con la gonna da provare.
La infilo in trenta secondi. Il mio corpo scivola dentro veloce. Mi specchio, prima sul lato destro, poi sul sinistro.
– Signora, questa è la sua taglia! L’altra era larga, le scendeva sui fianchi – fa la commessa.
– Eh sì!
È perfetta! Sono tornata nei miei panni. Quasi quasi organizzo un party … penso mentre mi avvio pimpante alla macchina, oscillando la busta col nuovo acquisto. Sono felice! E poi non è solo un fatto di taglia (ormai sto sotto i 40 … che vuoi badare a certe cose?) È anche che stanotte ho dormito. Ed anche l’altra notte. È che le bambine ormai mangiano da sole, anche Camilla si fa imboccare pochissimo. E poi a settembre Paola andrà all’asilo. Io tornerò finalmente a lavoro. E, se voglio, posso uscire da sola, come adesso, senza passeggini e passeggetti. E posso pensare di passarmi la piastra nel tempo finora impiegato a sterilizzare biberon. E posso tornare ad ordinare una birra, se andiamo a mangiare una pizza. Senza parlare di un bel piatto di linguine allo scoglio. No, perché la gravidanza e i figli sono una grazia, ma anche limitazioni a iosa. Attenta qui, attenta lì. E due gravidanze di fila con l’allattamento per lo mezzo…ne vogliamo parlare? E invece ora anche Camilla ha voluto il vasino! Dopo mesi e mesi a cambiare pannolini!
È ora di un po’ di relax. Di tempo per me. Solo mio. Anzi, fammi fare una telefonata ad un’amica. Tanto per riallacciare i rapporti col mondo degli adulti.
Ma il mio dito apre, per sbaglio, la schermata del calendario. E rileggo un po’ i miei impegni: vaccinazione di Camilla, compleanno di tizio, onomastico di caio, assicurazione auto, open day asilo, ciclo mestruale.
Ciclo mestruale?????
Ciclo mestruale!
Ma oggi che giorno è? Ma oggi che mese è?
No, perché io di sintomi premestruali non ne ho nessuno. Mi sento bene. Benissimo.
Forse ho dimenticato di segnare l’ultimo. Sicuramente sì! O forse no?
I miei pensieri si affastellano…. Ma direi di no!
Comincio a contare come una bambina delle elementari i giorni sulle dita. Rifaccio il conto almeno tre volte. Ma il risultato non cambia. Sette giorni di ritardo. Sette!
Non c’è dubbio che si tratti di menopausa precoce! Ho fatto in tempo in tempo a mettere al mondo Paola e Camilla che la natura mi ha catalogato tra le anziane.
il-test-di-gravidanzaPerò certo dei sintomi, se così fosse, avrei dovuti averli. Le famose caldane, per esempio! E invece adesso io sto sudando freddo. Freddissimo! E l’unica cosa che mi viene in mente è che l’altro giorno avevo la nausea. E che quando ho preso Camilla in braccio mi è venuto un capogiro. E che questi sintomi mi pare di averli già vissuti. E che forse è meglio fare un test, mia cara Mummybook! E che, a guardare bene questo test, io vedo due lineette e che se non ricordo male due lineette vuol dire positivo. E che a fare un altro test, vedo altre due lineette. E che a farne uno più chiaro ancora, leggo “incinta 3+”. E che con questa gonna principe di Galles, plissettata, al massimo strozzo la cicogna che ormai si è messa di stanza sul tetto di casa mia. E poi col tacco 7 la finisco!

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 137

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto