Crollo del Napoli in Europa: turnover inadeguato? Di’ la tua

Crollo del Napoli in Europa: turnover inadeguato? Di’ la tua

Batosta per il Napoli a Eindhoven in Europa League. La squadra di Mazzarri, sconfitta per tre reti a zero, esce fortemente ridimensionata dalla gara contro il PSV. Solo colpa del turnover?
Il tecnico della compagine campana ha messo in campo ieri sera il Napoli B, con Cannavaro unico superstite della squadra titolare perché squalificato per la prossima gara di campionato. Poi, per il resto, 10/11 di turnover, per consentire ai calciatori di riposarsi in vista del prossimo match di campionato.
Mazzarri, nel dopo gara, ha ammesso che quella contro il PSV «è stata una partita storta, da archiviare, ma che servirà da lezione. Quando si valuta una partita, bisogna anche pensare alla forza dell’avversario».
Il turnover pare una soluzione obbligata quando si disputano due partite a distanza di pochi giorni. Lo scorso anno la stessa storia si era verificata in occasione della gara di campionato sul Chievo; ieri sera – per la serie corsi e ricorsi storici – stesso esito per la gara di Europa League.
A chi gli ha obiettato dell’ampio turnover adottato in una gara di Europa League, Mazzarri ha risposto così: «Poi in Italia ci lamentiamo che si punta poco sui ragazzi… Se non perdi punti in campionato, li perdi nelle coppe: se oggi avessi schierato tutti i titolari, se fossimo andati a mille all’ora, avremmo pagato di sicuro domenica contro l’Udinese».
Due reti incassate nei primi quarantacinque minuti di gioco, un’altra nella ripresa e un 4-0 sfiorato in più di un’occasione, hanno spinto tifosi e addetti ai lavori a definire la prestazione del Napoli ieri sera come una delle più brutte degli ultimi tempi.
Domenica la compagine campana si rituffa nel campionato per la gara casalinga contro l’Udinese, reduce da una notte magica: ieri sera la squadra di Guidolin ha sconfitto il Liverpool in casa per 3-2.
“Domenica sarà dura a Napoli – ha dichiarato Guidolin ai microfoni di Sky ieri sera al termine della gara – e’ una squadra di un’altra categoria rispetto a noi, pero’ ci proveremo. Sappiamo che li troveremo arrabbiati, forse loro hanno fatto delle scelte privilegiando il campionato perché essendo primi in classifica e’ normale. Sarà dura ma intanto questa vittoria ci fa fare il viaggio di ritorno con gioia e domani cominceremo a pensarci».

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *