Mer. Set 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

CSTP: una vergogna senza fine!

2 min read
Il Consorzio Salernitano di Trasporto Pubblico rischia il fallimento
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]

Sono mesi ormai che i cittadini salernitani sono costretti ad assistere inermi al protrarsi della telenovela CSTP.
Da Febbraio, quando cominciava ad aleggiare l’ipotesi di messa in liquidazione della società, ad oggi, nulla è cambiato, anzi in questi mesi ai precedenti problemi se ne sono aggiunti altri che concorrono a delineare una situazione di grave difficoltà.
Una società che accumula ogni mese circa 400.000 euro di perdite, con mezzi inefficienti e malmessi e che vanta mensilità arretrate nei confronti dei propri dipendenti, non può che rappresentare una società prossima alla morte.
Il quadro delle scelte e delle manovre politiche attuate nel corso di questi anni di Presidenza Santocchio, è stato chiaro: smantellamento di un consorzio pubblico come il CSTP in favore di società private.
All’indomani della ripresa delle attività scolastiche e dei corsi universitari non c’è nessuna sicurezza né sulla regolarità delle corse nè su come sarà assicurato agli studenti il loro sacrosanto diritto alla mobilità.
Chi avrebbe dovuto rispondere con prontezza a questi problemi è la politica, nell’interesse generale della comunità: dimenticandosi del suo compito principale,”gli attori della scena”, a partire dal Presidente Caldoro e dal Presidente Cirielli, hanno preferito innescare un’accesa diatriba su chi avesse o meno più responsabilità sul caso, lasciando soli i lavoratori ed appiedati per strada gli studenti, gli anziani e chi del Trasporto Pubblico Locale non può farne a meno!
Non si meraviglino poi del fatto che le persone non credino più nella politica, questa è solo una delle logiche conseguenze di una classe dirigente inadeguata e che continua esclusivamente a conservare le proprie posizioni di potere o ad occupare questo o quel consiglio di amministrazione anziché adoperarsi in concreto nell’interesse della Comunità.
Noi come Giovani Democratici abbiamo già attivato nei mesi scorsi una raccolta firme in difesa del CSTP e siamo pronti a continuare nelle nostre azioni a sostegno della collettività, dell’utenza e dei lavoratori affinchè anche a Salerno e nella sua Provincia sia assicurato un diritto fondamentale e costituzionalmente garantito come quello alla mobilità. Pensiamo inoltre che serve urgentemente un maggiore confronto e dialogo tra tutti gli attori in campo: per questo motivo nelle prossime settimane ci faremo noi stessi promotori di un incontro pubblico su questa disastrosa vicenda.

Vincenzo Pedace, Segretario Provinciale GD Salerno
Gennaro Quaranta, Responsabile Lavoro e Economia GD Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *