Home
Tu sei qui: Home » Da Berlino via libera alla Bce per l’acquisto degli eurobond

Da Berlino via libera alla Bce per l’acquisto degli eurobond

Foto: ilsecoloixi.it

Per il governo tedesco gli acquisti di titoli di Stato dei Paesi in crisi dell’eurozona da parte della Bce “non sono inammissibili” secondo i trattati europei vigenti. Per questo, ha spiegato oggi una portavoce del ministero delle Finanze in conferenza stampa, non c’è “nè ragione, nè occasione” per un’azione legale presso la corte di giustizia europea. Stamani il ministro per gli Affari europei dell’Assia, il liberale Joerg-Uwe Hahn, aveva minacciato un ricorso alla corte del Lussemburgo contro questa opzione.
Berlino non vede ragioni per criticare la Bce. “Naturalmente il governo tedesco ha piena fiducia nell’indipendenza d’azione della Bce”, ha detto in conferenza stampa Georg Streiter, vice portavoce di Angela Merkel. L’Eurotower adempie ai propri doveri, ha aggiunto. A vincere su tutta la linea il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi.
I mercati mondiali aprono con una certa dose di ottimismo. L’opinione diffusa tra gli operatori è che sia la Banca Centrale Europea che la Federal Reserve americana interverranno per sostenere le rispettive economie e prevenire l’aggravarsi delle recessioni in corso nel Vecchio continente e l’innescarsi di una nuova fase di decrescita negli Stati Uniti.
Il differenziale tra i Btp e il Bund tedesco a 10 anni scende sotto quota 450 punti (447) con un rendimento che scende al 5,87. Il tasso tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti a inizio seduta si è attestato sin dalla prima mattinata in lieve rialzo a 460 punti per un rendimento del 5,97%, sul filo della soglia d’allarme del 6%. Gli occhi degli investitori sono puntati sull’asta di Btp di oggi, che darà un segnale concreto di quanta fiducia nutrano i mercati nelle promesse del presidente della Bce, Mario Draghi, dal quale sono attese giovedì azioni risolute a difesa dell’unione monetaria. Il differenziale calcolato sui Bonos spagnoli è a 538 punti, per un rendimento del 6,77%. Confermano il rialzo le varie borse europee, in attesa del direttivo della Bce previsto per il prossimo 1 agosto.
A trainare piazza Affari oggi sono gli acquisti su bancari (+3,53% l’indice settoriale Ftse Italia All Share Banks), finanziari (+3,25%) e assicurativi (+3,16%), sostenuti dalle attese sulle prossime mosse della Bce. In rialzo anche le altre piazze europee: ad Amsterdam Aex +0,78%; a Bruxelles Bel 20 +0,86%; a Parigi Cac +0,82%; a Francoforte Dax +0,66%; a Londra Ftse +0,48%; a Madrid Ibex +1,46%; a Lisbona Psi 20 +1,20%; a Zurigo Smi +0,53%.

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto