Daniela è malata di Mcs, ci sono medici in grado di aiutarla?

Daniela è malata di Mcs, ci sono medici in grado di aiutarla?

“Aiutiamo Daniela” è il forte appello lanciato in questi giorni sui social network da amici e conoscenti per portare a conoscenza di tutti la storia di Daniela Vitolo (foto), una giovane ragazza di Angri (in provincia di Salerno). Daniela ha 29 anni e ha scoperto, da circa tre anni, di soffrire di una rara malattia la Mcs (Multiple Chemical Sensitivity) che le impedisce di mangiare e toccare qualsiasi cosa. Scientificamente si tratta “dell’impossibilità di una persona a tollerare un dato ambiente chimico o una classe di sostanze chimiche”. In pratica si tratta di una malattia la costringe a vivere lontana da tutto e da tutti, in una camera di vetro asettica a mille metri di altezza. La ragazza angrese, infatti, adesso vive ad Acerno, sempre in provincia di Salerno, in totale isolamento. Con la famiglia ha girato tantissimi ospedali, sia in Italia che all’estero, i genitori si sono dovuti accollare tutte le ingenti spese. Proprio di recente il padre Antonio ha lanciato un appello affinché sua figlia possa essere assistita dal Servizio sanitario nazionale visto che attualmente la Mcs non è riconosciuta. L’esistenza stessa della patologia è fortemente dubbia e controversa, tanto che alcune delle principali società medico-scientifiche statunitensi hanno escluso la sua natura organica.
Daniela Vitolo era una ragazza come tutte le altre, aveva sogli e speranze e voleva fare la velina. Per inseguire il suo sogno di diventare una celebrità televisiva ha frequentato l’accademia delle belle arti. Purtroppo nel 2009, in seguito al contatto in laboratorio con alcune sostanze chimiche inquinanti ha contratto la malattia rarissima che la rende ipersensibile ad ogni tipo di sostanza chimica: dal semplice deodorante, al detersivo, fino ad arrivare addirittura al cloro presente nell’acqua dei rubinetti. Ora Daniela vive isolata dal mondo e dall’inquinamento. Non può avere contatti con nessuno. Per parlare con lei bisogna tenersi a distanza perché qualsiasi sostanza chimica potrebbe irritarla. I giornalisti non possono neppure intervistarla perché anche la vicinanza del microfono le potrebbe dare fastidio. Daniela pesa poco più di trenta chili. Oggi il sogno di Daniela non è più quello di fare la velina. Ora lei non vuole nulla per se stessa. Adesso combatte per qualcosa di più grande. «Non servono soldi in questa storia – si legge in questi giorni sul popolare social network Facebook -. Smettiamola di pensare che con i soldi risolviamo sempre tutto. Serve solo il vostro cuore. Condividendo la storia di Daniela non aiuterete solo lei. Aiuterete tanti malati che combattono ogni giorno per vedere riconosciuto il loro diritto alla salute e ad una migliore qualità della vita. Ma aiuterete anche noi, anche voi stessi, a riabbracciare Daniela!»
La ragazza, la sua famiglia ed i suoi amici, infatti vogliono solo che ci siano medici che prendano a cuore e che studino la sua malattia. Daniela combatte per tutti i malati della sua stessa patologia, i quali, appunto, non vedono riconosciuta la loro invalidità dal Sistema Sanitario Nazionale, e contro le case farmaceutiche che non ritengono conveniente fare ricerca sulle malattie rare. Daniela però non si arrende, si ritiene fortunata rispetto a tanti altri malati come lei e non ha perso mai per un attimo il suo sorriso. E con lei tutti gli amici che la sostengono. Forza Daniela.

m.amelia

Un pensiero su “Daniela è malata di Mcs, ci sono medici in grado di aiutarla?

  1. la ricerca in italia non esiste…consiglio a questa donna coraggiosa di andarsene negli Stati Uniti dove ancora si fa ricerca e i medici possono ancora appassionarsi alla loro nobile professione. i soldi servono…per prendere un bell’aereo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *