Lun. Ago 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

De Luca: con noi ha vinto Bersani, deve cambiare tutto

2 min read
Il sindaco di Salerno incalza: «Sono dieci anni che parlo di anime morte nel gruppo dirigente del Pd»

«Chi dovesse immaginare che questo voto delle primarie sia stato un voto di conservazione non ha capito niente». Lo dice a Radio Radicale il sindaco di Salerno ed esponente del Pd Vincenzo De Luca, sostenitore di Bersani nelle primarie del centrosinistra. «Qui bisogna cambiare tutto: siamo ancora oggi con un piede nel baratro, e lo dico anche per il Pd. Bersani – sostiene – è stata l’ipotesi più ragionevole, credibile e affidabile per l’ipotesi di lavoro a cui veniva chiamato. Ma detto questo noi dobbiamo cambiare tutto. Se qualcuno immagina che ci sia stato uno scampato pericolo non ha capito niente. Al di là di qualche espressione e qualche tono non condivisibili di Renzi, sono dieci anni che parlo di anime morte nel gruppo dirigente del Pd. Dobbiamo voltare pagina perché abbiamo pagato anche in queste primarie l’eccessivo e insopportabile ritardo nel rinnovamento che era necessario nel partito. Il rinnovamento non è un certificato anagrafico, ma una cosa più profonda, significa avere gruppi dirigenti che hanno radici dei territori. In Inghilterra anche il premier si va a guadagnare il consenso nel suo collegio, qui abbiamo gruppi dirigenti che vivono sospesi per aria. Questo voto delle primarie non va assolutamente considerato come un voto di conservazione. Mi è capitato di ascoltare qualche commento, dopo le primarie ieri sera, di esponenti che tiravano quasi un respiro di sollievo, questi giovanotti non hanno capito niente. Da questo punto di vista l’operazione di Renzi è stata benefica, perché ha dato una scrollata a tutto», conclude. «Oltre 182mila cittadini hanno partecipato al ballottaggio delle primarie di centrosinistra in Campania». Ad annunciarlo è Francesco Dinacci, del comitato regionale organizzativo. «Su scala regionale Pier Luigi Bersani ha ottenuto il 69,4% contro il 30,6% di Matteo Renzi. Il segretario nazionale del Pd vince in tutte le province e in tutte le città principali» continua Dinacci. Nel dettaglio. Napoli (67.509 votanti): Bersani 71.2%, Renzi 28.8%. Avellino (17.938 votanti): Bersani 68.7%, Renzi: 31.3%. Benevento (19.086 votanti): Bersani 71.6%, Renzi 28.4%. Caserta (27.888 votanti): Bersani 68.3%, Renzi 31.7%. Salerno (50.475 votanti): Bersani 67%, Renzi 33%. A Napoli città Bersani ha ottenuto il 75% e Renzi il 25%. Stesso risultato a Salerno città. «Un grazie particolare va fatto agli oltre 5mila volontari che hanno lavorato per settimane affinché tutto si svolgesse nel miglior modo possibile, e ai segretari provinciali del partito che con le strutture territoriali hanno dedicato il loro tempo e la loro passione alla perfetta riuscita di questa bella festa di democrazia», conclude Dinacci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *