Home
Tu sei qui: Home » Archivio » De Magistris se la prende con il governo Monti per il calo di consenso

De Magistris se la prende con il governo Monti per il calo di consenso

De Magistris se la prende con il governo Monti per il calo di consenso

«Non mi sono mai appassionato ai sondaggi e alle classifiche, dunque non mi lascio condizionare, poiché i dati vanno sempre contestualizzati. Non l’ho fatto durante la campagna elettorale e non lo faccio nemmeno oggi. Questo in modo neutrale, cioè indipendentemente dalla positività o meno di questi sondaggi e di queste classifiche. Francamente, metterei la firma a mantenere un gradimento del 59% anche nei prossimi anni di governo». Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta il sondaggio pubblicato oggi dal “Sole 24 Ore”. «Stiamo amministrando da un anno e mezzo – ricorda de Magistris – senza risorse economiche, con il Comune che è stato costretto ad aderire al piano di pre-dissesto a causa della situazione finanziaria ereditata. Peraltro, senza aver avuto dal governo l’opportuno sostegno, perché gli enti locali e il Comune di Napoli in particolare hanno pagato un taglio nel trasferimento delle risorse, da parte dello stato, che ha compromesso la stessa tenuta democratica di cui le amministrazioni locali sono il primo riferimento». «Si tratta di una situazione che impedisce di garantire, come vorremmo, – continua de Magistris – un livello ottimale di servizi ai cittadini, penso al trasporto pubblico, alla manutenzione delle strade e degli istituti scolastici, all’estensione della differenziata. Si tratta di terreni di intervento rispetto a cui, proprio la mancanza di finanziamenti governativi, condiziona negativamente gli obiettivi che ci siamo dati ma rispetto ai quali continuiamo, ogni giorno, a combattere per centrarli». «Eppure nonostante questo quadro economico drammatico, a noi non imputabile – prosegue de Magistris – abbiamo comunque garantito il welfare e dunque i diritti dei cittadini, senza tagli e senza licenziamenti, e stiamo continuando il nostro piano di rivoluzione ambientale e della mobilità. La città ha vissuto un anno e mezzo che dire difficile è un eufemismo, credo di poter affermare che il 2013 vedrà una inversione di rotta che, però, non dipende solo da questa amministrazione ma anche dall’atteggiamento del prossimo governo che, mi auguro, sia maggiormente amico di Napoli, del Sud e dei Comuni in generale rispetto a quello di Monti». «Napoli comunque è riuscita a riconquistare una immagine internazionale grazie agli appuntamenti sportivi, culturali, artistici che sono stati qui organizzati e, ovviamente, anche grazie alla assenza dei rifiuti in strada per un anno e mezzo. Questa nuova positiva immagine internazionale ha un valore economico importantissimo sul piano occupazionale e del turismo, come dimostra anche il recente successo della presenza turistica di Natale», conclude il sindaco di Napoli.
Di tutt’altro tenore le dichiarazioni del primo cittadino di Salerno, De Luca, risultato primo nella classifica di gradimento: «Un grazie particolare va ai cittadini salernitani». Così al sito Anci il sindaco di Salerno, in cima alla classifica dei sindaci più amati d’Italia. «Facciamo fatica a mantenere in piedi un bilancio – spiega in una nota De Luca – e quello che ci angoscia davvero è l’impossibilità di fare il nostro lavoro: assicurare servizi sociali ai più deboli, fare una corretta e costante manutenzione ordinaria e reggere la trincea della legalità soprattutto nel Sud». «L’ottimo risultato conseguito, tuttavia, non fa dimenticare la condizione di angoscia e di quotidiana nevrotizzazione che gli amministratori locali stanno vivendo. Quando l’economia ristagna – conclude il sindaco di Salerno – diventa complicato difendere i valori civili». E sul suo segreto De Luca dice: «Dico sempre quello che penso e credo di essere apprezzato per il mio modo di essere diretto e sincero». De Luca sottolinea come la grande famiglia degli amministratori locali stia vivendo una condizione difficile di «quotidiana nevrotizzazione a causa delle scarse risorse a disposizione».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1292

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto