Mar. Giu 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Derby della Lanterna: la Samp vince (3-1) e fa sprofondare il Genoa

2 min read
Ferrara salva la sua panchina interrompendo la striscia di risultati negativi

La Sampdoria vince per tre reti a uno l’atteso derby della Lanterna in programma questa sera a Genova. La squadra di Ciro Ferrara (foto) , reduce da sette sconfitte si rialza; sprofonda, invece, il Genoa.
Le due compagini si sono affrontate al Marassi nel 105esimo derby: una sfida che, oltre ad avere il fascino del derby, ha calamitato l’attenzione del pubblico per le acque tempestose in cui navigano le due genovesi. Con la vittoria contro il Genoa, Ferrara salva la sua panchina, interrompendo a sette la serie di sconfitte consecutive. A oggi, invece, sono sei le sconfitte consecutive per il Genoa di Del Neri che, da quando allena la squadra, non ha ancora vinto una partita.
Un derby, dunque, forse dal sapore diverso; ma comunque decisivo per il futuro delle due compagini. Derby particolare, con due squadre in crisi e uno stadio blindato con oltre 250 uomini delle forze dell’ordine a sorvegliare anche le strade limitrofe.
Il gol di Poli, l’incredibile autorete di Bovo, la rete di Immobile che illude i rossoblù, poi Icardi che chiude il discorso e regalano i tre punti ai blucerchiati in un derby non bello ma avvincente.
Ferrara deve fare i conti con l’emergenza attacco: out Maxi Lopez, Pozzi ed Eder. Scelte obbligate, Icardi unica punta e centrocampo a cinque con Munari e Krsticic esterni, Obiang davanti alla difesa, Maresca e Poli qualche metro più avanti. Del Neri recupera Borriello, subito titolare al fianco di Immobile, mentre vanno in panchina Rossi e Vargas. Marassi pieno, coreografia da applausi, meno gli striscioni contro le due proprietà. Buon avvio del Grifone con i due attaccanti ben serviti da Antonelli e Kucka, ci provano, ma Romero e’ sempre attento. La Samp stenta, ma al 16′ passa: Maresca prova dalla distanza, Poli intercetta e di destro batte Frey. Una mazzata per il Genoa che va in confusione e che in difesa sbanda paurosamente. Icardi sfiora il 2-0 che arriva al 36′ per un’incredibile autogol di Bovo che ribadisce in rete la respinta di Frey sul destro ancora di Icardi. Solo Samp in campo, in contropiede il “Doria” potrebbe dilagare, ma Krsticic e Munari graziano Frey, l’unico lucido tra i suoi. Nella ripresa Del Neri cambia: fuori Bovo e Tozser, dentro Vargas e Bertolacci. Due ingressi che cambiano volto ai rossoblu’. Ci provano Immobile e Borriello, Jankovic su punizione, ma il gol che riapre la partita arriva al 28′ e lo sigla Immobile. Vargas non va lontanissimo dal pareggio, ma al 43′ Icardi si regala il gol del 3-1 che vale tre punti fondamentali per la Samp, che salva Ferrara e che fa dell’argentino di Rosario il nuovo idolo del popolo blucerchiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *