Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Editoriali&Opinioni » Interventi » Dialogo tra bagnanti sui massimi sistemi veltroniani

Dialogo tra bagnanti sui massimi sistemi veltroniani

Dialogo tra bagnanti sui massimi sistemi veltroniani
 

Walter Veltroni, in questi mesi in cui l’italiano medio ha rischiato il fallimento, dopo aver messo a riposo il sano proposito di andare volontario in Africa, ha pensato bene di infoltire la nostra già satura letteratura contemporanea con un’altra sua perla, “L’isola e le rose”.
Sarà vera gloria?

– Ma nun se n’er’ jute in Africa?
In Africa? Io, l’haggia vist’ quest’estate ‘ncoppa ‘a spiaggia tra Rimini e Riccione.
– Nient’ meno ‘ncoppa ‘a spiaggia’?
E’ capite brav’! ‘Ncoppa ‘a spiaggia; vennevo ‘o cocco e pe ‘nun se fa conosce teneve ‘ncapa nu sombrero.
– Ma si sicuro? Cialtrone, ca vennevo ‘o cocco e teneve ‘ncapa ‘nu sombrero?
Cialtrone, Cialtrone; propet’ isso; da segretario dei DS a venditore di cocco … ha fatto propeto na bella riuscita.
– A me chesta cosa nun me sona just’. Sarà stato un sosia.
Azz’ ma si tuosto? Era proprio isso. S’era travestute da venditore ‘e cocco, ma cercava l’isola che non c’è.
– E l’ha truvata?
‘Nun sulo ‘nun l’ha truvata, ma c’ha pure scritto ‘nu libro.
– ‘Nu libro? E a gente se l’ accatta?
Se l’accatta? Fore ‘e librerie ce stanne ‘e ‘ffile …”L’isola e le rose”
– Si so’ rose fioriranno. Ma ‘e rose tenene ‘e spine.
Qua spine e spine. ‘E spine so’ pe’ nuie can un tenimme sant’ ‘nparavise.
– Io, ‘nu libro ‘e uno che fa ‘a politica comme l’ha fatta isso, ‘nun me l’accatasse maie. Mo’ vide che se fa pure ‘e sorde.   Addeventa subito ‘nu best-seller.
E certamente. Chelle è gente che ‘nun s’arrenne maie. Ogni cosa mane ‘a loro frutt’. E chi ‘e schiove: ‘na vota cu ‘a politica, ‘na vota cu ‘e sentimiente, sempe te fanne fesse.
– Ma mo’ venimme ‘a nuie, ‘e fatte ‘o pieno d’’a benzina? Di nuovo il prezzo del carburante s’è mise a correre.
Ma che dice? Qua, chi corre ‘overamente simme nuie. Io ‘nun c’ha faccio chiù. “Piglio ‘o gas, acchiappa ‘a luce/ jamm’ ‘annanz’ jamma ‘arret’/manca l’acqua, accatt’ l’I phon/ figlieto adda ì a fa l’Erasmus, muglieret strepite ca adda ì e’ Caraibi, piglio ‘o trollo, acchiappa ‘o trollo” … che manicomio. A proposito di trollo, ‘e sapute ‘a novità? ‘O CSPT è fallito e rischiammo ‘e rumané overamente a pere.
– E mò chi ‘o vò sentì a De Luca? A città europea senza ‘e pulman? Che scuorne.
‘O buò sapé? Facimmece ‘nat’ bagno ca’ po’ m’aggia piglià ‘o pinnulo d’’a pressione.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3631

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto