Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Cultura » Libri&Recensioni » “E così ti assicuro di me”: l’amore al tempo del 2° conflitto mondiale

“E così ti assicuro di me”: l’amore al tempo del 2° conflitto mondiale

“E così ti assicuro di me”: l’amore al tempo del 2° conflitto mondiale

Oggi, venerdì 3 agosto 2018, alle ore 21.30, presso il Lido “Nausicaa” di Laura (Paestum), il Prof. Vincenzo Aversano, già Ordinario di Geografia all’Università degli Studi di Salerno, renderà pubblica la sua ultima opera, dal titolo E così ti assicuro di me-lettere di guerra e di innocenza (ArciPostiglione).
L’evento, organizzato dalle Associazioni “Athena Paestum” e “Amici del Mare”, è inserito all’interno della Festa del Mare, kermesse che si terrà il 3, 4 e 5 agosto sul litorale pestano.
Frutto di anni di lavoro e raccolta fontuale, l’opera, di genere “misto” (tra letteratura, storia, geografia, antropologia e affini), vuol essere un omaggio ai genitori di Aversano, «martiri che non hanno scelto di esserlo», come si legge nelle pagine del volume. Quest’ultimo è un epistolario contenente le lettere tra il padre (sottoufficiale della Regia Marina durante la Seconda Guerra Mondiale) e la madre dell’autore, vedova di guerra e figura centrale nell’educazione dei figli.
Il carteggio, oltre a rivelare i sentimenti dei due protagonisti, è una narrazione appassionata del conflitto bellico, delle sue difficoltà, fisiche e morali, ma anche uno sguardo critico sulle ideologie e sulla società degli anni ’30-’40 del Novecento. Ma è soprattutto un racconto d’amore che si fa storia, la storia vera descritta senza distacchi e mediazioni accademiche, bensì con il piglio di chi l’ha vissuta realmente.
Vincenzo Aversano offre così la possibilità di immergersi nella crudezza e nella realtà di una vicenda fatta di uomini e donne, mogli, mariti, madri e padri divisi, eppure uniti nell’amore che la carta delle lettere ha saputo custodire.
Soprattutto, quest’opera è il regalo di un figlio ai propri genitori.
Oltre al “cuoratore” del volume, alla presentazione interverranno Lucio Napoli, già docente aggregato all’Università degli Studi di Salerno; l’editore Generoso Conforti; Daniela Di Bartolomeo, Presidente dell’Associazione “Athena Paestum”, e Fanny Cotignola, docente di Lettere. Modera l’incontro Pasquale Quaglia dell’Associazione “Amici del mare”.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3632

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto